News

UN RIEPILOGO DA NON PERDERE: ecco come è andata l'ultima giornata internazionale dei "leccesi"

Giallorossi impegnati per il Mondo, ma fortunatamente poco utilizzati... Ecco come è andata

ZAGABRIA - Chiude il girone di Qualificazione agli Europei 2024 con un 1-0 in casa con l'Armenia la Croazia del difensore centrale del Lecce Marin Pongracic, rientrato nel grande giro della Nazionale di Modric, Brozovic e compagni.

Neanche in questa gara il CT Dalic ha fatto ricorso al “leccese” che è andato in panchina.

In Africa sono già in corso invece, i nostri lettori lo sanno ampiamente, i gironi di Qualificazione ai prossimi Mondiali 2026.

Trasferta amara in Niger e sconfitta 2-1 per la Nazionale dell'esterno d'attacco del Lecce Lameck Banda. Ammonito nel convulso finale Banda non è riuscito a raddrizzare la gara iniziata ad handicap con un doppio vantaggio del Niger già 2-0 dopo 26 minuti.

Vittoria 1-0 in Malawi e punteggio pieno nel girone invece per la Tunisia di Ahmed Touba: il difensore centrale del Lecce però questa volta non ha trovato posto neppure in distinta, neppure in panchina, è andato in tribuna.

Per la “corsa” all'Europeo Under 21 del 2025 rinviata Montenegro-Albania che comunque avrebbe fatto a meno tra i protagonisti del capitano del Lecce Medon Berisha, infortunatosi nella gara precedente della Nazionale giovanile albanese.

2-2 che lascia tutta aperta la questione qualificazione tra Svizzera e Romania. Gara da titolare e una ammonizione nel finale per il geometra del centrocampo del Lecce “baby” Catalin Vulturar. Neanche in panchina il difensore centrale Razvan Pascalau.

19 minuti più recupero in campo da subentrante per il giovane attaccante finlandese Henri Salomaa nel 6-0 tennistico della sua Nazionale alla “povera” Under 21 dell'Armenia. Salomaa è entrato sul 4-0, i baltici nonostante la vittoria roboante hanno poche possibilità di gareggiare per la zona-qualificazione, dove il duello Svizzera-Albania-Romania è serrato (è lo stesso girone ironia della sorte di tutti gli altri “leccesi”).

In Under 20 azzurra primo gol in questa rappresentativa per il centrocampista Giacomo Faticanti, rientrato da titolare nel giro azzurro e con tanto di fascia di capitano assegnata dal CT Bollini (un altro ex Lecce).

Al 32' il gol del giallorosso al Portogallo che ha aperto il risultato (finale 2-1 azzurro, era un test amichevole): pallone strappato a un avversario a centrocampo, avanzata e tiro sul primo palo finito in rete.

Per Faticanti la “fatica” azzurra è durata 60 minuti, per poi essere sostituito da Amatucci (Cittadella).

Commenti

SCATTA L'INCHIESTA sul passaggio di Mandragora all'UDINESE. I friulani e la JUVENTUS rischiano la penalizzazione in classifica
GIROUD ALLA STAMPA FRANCESE: "ecco cosa ho detto ad Abisso. Nessun insulto, mani clamoroso, e mi hanno squalificato"

Ultime News