News

CURVA NORD LAZIO, ANCORA VERGOGNA E SQUALLORE: ululati e cori contro il giovane steward di colore, costretto a spostarsi

Ecco cosa è accaduto durante Lazio-Verona, fortunatamente (verrebbe da dire) l'ultima di campionato





ROMA - Anche all'ultima giornata e durante una gara praticamente inutile non hanno perso l'opportunità di farsi riconoscere. In negativo.

Episodio sgradevole durante Lazio-Verona di sabato sera, anticipo dell'ultima di A, quando sotto alla Curva Nord occupata da ciò che resta della Curva laziale dopo lo scioglimento degli “Irriducibili” si è posizionato per fare il suo lavoro uno steward il cui “problema”, secondo il pubblico romano, sarebbe stato il diverso colore della pelle.

Dopo ogni genere di insulto rivolto al giovane e l'arrivo dei suoi “superiori”, dei suoi coordinatori, è stato preferito dagli stessi uno spostamento del ragazzo in un altro punto dello stadio “Olimpico”. L'hanno vinta i razzisti, insomma, tra versi delle scimmie, ululati razzisti e cori. Uno spettacolo indegno (ECCO SOTTO IL VIDEO DAL NOSTRO CANALE YOUTUBE).



Commenti

"GIU' LE MANI DAGLI ULTRAS". Comunicato del gruppo "Tabula Rasa": "dal Quotidiano di Lecce fango su Nardò"
STICCHI DAMIANI sul FUTURO di DE PICCIOTTO: "le sue riflessioni sono imprenditoriali, esulano dallo 'strappo' con parte della tifoseria"