Cronaca

ULTIM'ORA. EROI DEL MARE IN TEMPESTA. Affonda il peschereccio, dispersi 3 giovani pescatori. SALVATI DOPO ORE in mezzo al mare

Dopo il caldo torrido delle ultime settimane piccola ma intensa ondata di maltempo nel Salento: e ci sono già i primi disagi





GALLIPOLI - Un salvataggio prodigioso, una dimostrazione di grandissima efficienza, in mezzo al mare che già dalla serata di ieri ha iniziato a gonfiarsi in vista della breve ondata di maltempo che attende il Salento nelle prossime ore.

La Guardia Costiera di Gallipoli ha salvato la vita a tre giovani pescatori tarantini (di 32, 37 e 42 anni), affondati con il loro peschereccio nelle acque di “Punta Prosciutto”, al largo di Gallipoli.

Il salvataggio alle 5 del mattino, dopo ore di ricerche nel mare in tempesta e dopo il drammatico allarme lanciato alle 20 di ieri dai parenti dei tre, che avevano perso ogni contatto telefonico con il peschereccio e soprattutto non ne avevano visto traccia a Campomarino, marina di Maruggio, nel tarantino, dove la barca era attesa in serata al rientro dalla battuta di pesca.

A quel punto la Capitaneria di Porto è scesa in campo in maniera massiccia, con gli uomini di Taranto, Gallipoli e gli elicotteri dell'84° Centro SAR dell'Aeronautica Militare di stanza a Gioia del Colle.

Le ricerche si sono concluse alle 4.42 del mattino, quando la motovedetta dei militari gallipolini ha individuato i tre naufraghi a 6 miglia di distanza dalla costa. Erano rimasti in acqua tutta la notte, aggrappati ai resti del loro peschereccio affondato e con addosso i giubetti di salvataggio. Riportati a riva sono stati affidati al 118.



Commenti

LECCE-GENOA, l'intesa è ai dettagli: MAKSIMOVIC ha detto SI' alla nuova destinazione
SETTORE GIOVANILE: dal BARCELLONA un terzino destro per la "Primavera". Ecco MILA'