FRECCIATE INFUOCATE. Meluso, obiettivo Corvino: "a Lecce c'è chi CHIACCHIERA sui miei RISULTATI"

Lunedì 9 Agosto 2021 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Ospite degli approfondimenti sportivi di Antenna Sud il DS ex Lecce e Spezia Mauro Meluso è tornato sulla retrocessione dalla A dei giallorossi in piena emergenza coronavirus e sulla sua gestione, togliendosi molti sassolini dalla scarpa in direzione… Corvino, destinatario delle allusioni del DS calabrese. Ecco le sue parole, da non perdere.

Non si cancellano i risultati - “C'è chi ancora tende a cancellare quanto di buono fatto nelle mie stagioni a Lecce, gente che chiacchiera, che parla. I fatti dicono che a Lecce ho dovuto operare una rivoluzione, una squadra incagliata in C in tre anni è arrivata in A. La nostra retrocessione non è stata meritata ed è arrivata nelle situazioni emergenziali che conosciamo”.

Errori e successi - “Oltre a qualche errore nel mercato estivo vanno segnalati anche i rimedi con innesti importanti come Donati, Barak, Paz, Deiola e Saponara, che ci hanno fatto fare un salto di qualità importante in termini di risultati immediati. Poi c'è stato lo stop e la ripresa con il campionato ogni tre giorni: parliamo di un torneo totalmente falsato”.

Eredità - “Ancora nella squadra odierna ci sono Gabriel, Meccariello, Mancosu arrivato a parametro zero dalla Casertana. Ci sono nei bilanci le plusvalenze di Falco, Petriccione e La Mantia. Poi ci sono certamente anche operazioni che non hanno reso, come Imbula e Benzar, ma i conti della società sono rimasti sempre in ordine”.

Lecce di oggi - “Io non mi permetto di giudicare l'operato degli altri…”.