L'INTERVISTA. BARONI: "bene BLIN e BJARNASON. Vi spiego il nuovo ruolo di RODRIGUEZ DELGADO"

Sabato 17 Luglio 2021 | Cosimo Carulli | News

FOLGARIA - A fine gara, dopo la sgambata d'esordio del Lecce con i dilettanti del Sinigo (CLICCA QUI PER LA CRONACA MINUTO PER MINUTO) ha parlato il tecnico del Lecce Marco Baroni. Ecco le sue parole in questa lunga intervista.

Bene così - “Al di là delle reti fatte era importante che la partita venisse presa con il giusto impegno, con voglia. E mi sembra che abbiamo avuto un'intensità discreta, malgrado l'avversario morbido. Abbiamo anche compensato con un lavoro metabolico nel dopo-partita, l'abbiamo chiusa senza infortuni, insomma è stato un buon test superato da tutti”.

Ruolo nuovo per Rodriguez Delgado - “Non è un esperimento quello di farlo giocare lungo tutto il fronte d'attacco, per accentrarsi partendo dall'esterno. L'abbiamo già provato in allenamento. Devo conoscere bene questo ragazzo, ne conosco le attitudini, ma ovviamente lo voglio conoscere come detto sul terreno di gioco, personalmente. Continueremo a lavorare su questo ruolo, Pablo deve crescere e noi siamo qui a dargli tutte le opportunità per farlo. Se si guadagnerà la fiducia con il lavoro avrà tutte le occasioni per essere importante”.

Giudizi positivi su tutti - “Blin è uno abituato a un calcio di grandi carichi di lavoro come quello francese, un calcio intenso, si è inserito subito, ma anche Bjarnason che pure arriva da un calcio opposto per intensità si è dimostrato solido, ha voglia, vuole migliorarsi. Ci sono buoni presupposti per tutti".

Assenze programmate - “Zuta e Listkowski hanno lavorato in differenziato, sono state assenze preventivate. Non voglio perdere ragazzi in questa fase, avevano qualche fastidio, qualche affaticamento muscolare ed hanno lavorato comunque, anche se da soli non in partita, ma li abbiamo fatti allenare”.

Lavoro positivo, il primo bilancio - “Stiamo lavorando bene, il terreno di gioco è buono, le strutture pure, la predisposizione dei ragazzi c'è tutta. Devono capire che ora c'è da mettere dentro benzina, volume, capacità anche di soffrire, resistere alla stanchezza. Andiamo avanti così”.