News

BARONI AMARO: "il pubblico si meritava l'impresa. E' stato tutto bello, sino al finale che ci lascia amareggiati"

Le parole del tecnico del Lecce che si è presentato in Sala Stampa a fine gara dopo la sconfitta al fotofinish con l'Inter





LECCE - Grande rammarico per un punto sfumato sul rettilineo del traguardo, ma la consapevolezza è che siamo davanti a un Lecce che cresce.

Sono queste le convinzioni del tecnico Marco Baroni che si è presentato in Sala Stampa a fine gara, dopo la sconfitta interna maturata con l'Inter nel recupero. Ecco le sue parole in questa ricca sintesi scritta, sotto nella versione video integrale.

Rammarico - “A questo pubblico meraviglioso dovevamo regalare l'impresa, ci è scappata per un soffio, all'ultimo istante. Prendere gol dall'Inter al primo tiro e restare in partita non è facile, non è roba da poco. Noi siamo rimasti compatti, con la voglia di fare la nostra partita, piano piano abbiamo trovato le distanze giuste, aumentato la pressione. Nel secondo tempo abbiamo anche proposto qualche azione importante, delle nostre. Sapevamo di non avere molte opportunità sui palloni inattivi, l'Inter ha tanti centimetri in più e questi alla fine hanno pagato all'ultima azione. Resta la prestazione importante, c'è rammarico, è ovvio, il punto alla fine sarebbe stato bellissimo”.

Ritornello - “Dobbiamo solo lavorare, lavorare e lavorare. Deve essere il nostro ‘mantra’, ma qualche passo avanti inizia a intravedersi. Siamo sulla strada giusta per dire la nostra in questo campionato”.

Giovani alla ribalta - “Hjulmand ha fatto davvero bene, ha costruito gioco ed ha arginato quello avversario. Il gruppo è giovane, ma il calcio non ha età, si compone di lavoro e qualità, basta. Chi va forte in settimana gioca, è il mio criterio di scelta, come ho dimostrato di fare con Gonzalez. L'anno scorso non ha giocato mai neanche in B, ha dimostrato voglia e determinazione maggiore di Helgason e l'ho messo dentro. Se ci ripenso guardate mi dispiace davvero tanto per il nostro pubblico per l'impresa mancata”.

Spirito - “Non sono concentrato sulla salvezza, è una cosa che è lontanissima nel tempo. Lavoriamo, giorno dopo giorno, gara dopo gara, ora di allenamento dopo ora di allenamento”.

Rammarico Ceesay - “Ha dato tanto, poi ha finito la benzina, come Di Francesco. Ho fatto tre cambi insieme per tenermi gli altri slot, considerando che i centrocampisti pure avevano speso tantissimo e che in difesa ci siamo dovuti per l'ennesima volta adeguare a sorprese in corso di partita (l'infortunio di Cetin). Insomma siamo arrivati a fine partita che per il nostro sacrificio avremmo meritato questa bella impresa”.



Commenti

Qui Lecce-Inter: formazioni ufficiali, tabellino, azioni, "TUTTO LIVE"
INZAGHI SI SCOPRE "INNAMORATO" PAZZO: "questo pubblico trascinante, questa adrenalina, Lecce piazza splendida"