News

BARONI, RIPARTENZA SPRINT: "Lazio da aggredire ovunque. Servirà un Lecce perfetto"

Le parole del tecnico giallorosso in questa vigilia di campionato

LECCE - Torna il campionato, torna la conferenza stampa con i temi della vigilia del tecnico del Lecce, Marco Baroni.

Ecco in questa ampia sintesi i temi trattati oggi nella “pancia” del “Via del Mare”, in Sala Stampa. Ancora sotto la versione integrale, video.

Recuperi - “Pongracic e Di Francesco stanno bene, se sono in lista vuol dire che sono disponibili. Pongracic si è messo alle spalle il problema alla caviglia, Di Francesco avvertiva qualche problema nei cambi di direzione: i fisioterapisti hanno fatto un lavoro super, la schiena è ok”.

Lazio - “Sappiamo di affrontare un avversario forte, molto forte. E' una partita proibitiva, ma ci arriviamo pronti ed anzi l'impegno ci stimola. Dobbiamo fare la gara perfetta, con la Lazio non sono ammessi errori”.

Pressing - “Essere aggressivi per noi è fondamentale, la Lazio se ha spazio per fare il suo diventa ingiocabile. Noi dobbiamo andargli a prendere ovunque, lasciare poco spazio. Il pubblico ci aiuterà, una condizione di stadio pieno è certamente favorevole al nostro tipo di partita”.

Stimoli da ex romanista - “A me stimolano i miei ragazzi e i miei tifosi, non conta il mio passato da calciatore. Arriviamo a una partita difficilissima dopo una lunga sosta, dobbiamo pensare a essere perfetti, non al passato”.

Maleh - “Lo vedremo sicuro, anche perché abbiamo delle assenze in quella zona del campo. Siamo contenti di averlo preso, è giovane, motivato, ha tutto per far bene. E' in condizione, ha lavorato sino ad ora con la Fiorentina. Se non partisse titolare giocherebbe comunque a gara in corso. A Venezia mi ha entusiasmato, quest'anno ha trovato poco spazio in viola anche a causa del cambio di modo di giocare dei toscani”.

Mese complicato - “Ci aspetta un mese niente male…, dobbiamo essere bravi, ci saranno tante difficoltà e anche il mercato aperto che si aggiunge come elemento di disturbo. Io punto molto sulla voglia dei miei ragazzi e sull'identità di squadra che abbiamo raggiunto”.

Formazione - “La fa il campo, non mi piace dare troppe indicazioni, lo sapete. Davanti ho tre punte, perché con Colombo e Ceesay c'è anche Persson. Vedrete che questo ragazzo presto ci sarà utile. E' una partita che si gioca in undici con cinque cambi, serviranno tutti”.

Il poker di giallorossi in Nazionale durante la sosta - “La chiamata è stata un premio per la squadra, non per i singoli. L'ho detto ai ragazzi e chi è rientrato da Coverciano sa che ora avrà ancora più responsabilità nei sogni di tutti noi e di tutti i compagni”.

Uscite di mercato - “Non ho avuto difficoltà sin qui a gestire mentalmente chi vuole partire. Ci sono delle regole, chi fa parte di questo gruppo resta concentrato sempre. Chi non è concentrato non lo faccio neppure spogliare”.

Commenti

I CONVOCATI. Baroni, 2 RECUPERI RECORD che mettono il sorriso. Sono 5 gli ASSENTI. 4 DIFFIDATI "PESANTI"
ARRIVA SARRI E SPUTA VELENO: "vedremo il terreno di gioco di Lecce, terzo mondo come tutta la Serie A"

Ultime News