"MANITA" LECCE: prova di forza a Chiavari. Giallorossi in scia delle prime. LA CRONACA

Domenica 8 Novembre 2020 | Marco Errico | News

CHIAVARI - Prova di forza del Lecce che in casa dell'Entella si impone con un perentorio 5-1. Di Coda, Henderson, Mancosu su rigore, Paganini e Stepinski le reti dei giallorossi che dopo una partenza al rallentatore anche in questa gara hanno trovato il ritmo giusto per imporsi sugli avversari.

Equilibrio - Corini lascia Falco al rientro inizialmente in panchina, si affida a Mancosu sulla trequarti ancora con Paganini mezz'ala e Majer escluso dai titolari. Grande equilibrio per metà tempo, con l'Entella che cerca un paio di soluzioni pericolose, soprattutto con De Luca che al 13' con colpo da calcio a 5, di punta, prova a sorprendere Gabriel dal limite dell'area: pallone fuori di un soffio. Di poco a lato anche il destro di Petrovic del 22'.

Poker servito - Il Lecce viene fuori con il cinismo delle grandi. E passa in vantaggio al primo tiro. Tutto nasce da un filtrante di Tachtsidis per Henderson che con un destro dal limite costringe Borra a una difficile respinta. Sul pallone si avventa Mancosu che con un cross perfetto dalla destra trova in area il colpo di testa di Coda, implacabile. E' il 37', è la quarta rete di fila in campionato dell'ex Benevento dopo quelle messe a segno con Cremonese, Cosenza e Pescara. Il Lecce prende il sopravvento, ancora Mancosu mette in area un "cioccolatino" che Paganini spreca deviando centrale in area piccola con tutta la porta spalancata.

Pirotecnico - In avvio di ripresa Corini inserisce Caldeorni per Zuta, alle prese con qualche problema muscolare e comunque meno esuberante del solito. Mancosu detta un passaggio a Henderson che con un diagonale di destro batte Borra. Partita che sembra in cassaforte, ma con il Lecce l'ovvio non è scontato: l'Entella la riapre, De Luca di testa riesce a beffare Calderoni e Meccariello e infila nell'angolino dove Gabriel non può arrivare. Al 13' l'episodio che chiude i conti: Paolucci respinge con un braccio un pallone diretto in rete su conclusione di Stepinski nel cuore dell'area. E' rigore e rosso diretto per il centrocampista ligure che evita con la mano la segnatura di una rete, dunque va giustamente espulso. Dal dischetto Mancosu batte Borra che comunque tocca il tiro del capitano del Lecce, ma non basta. Al 21' c'è gloria anche per Paganini, di testa sugli sviluppi di un angolo. Nel finale fa il suo esordio in B il giovane della "Primavera" Pierno e nel recupero Stepinski firma la "manita", di testa, su assist di Calderoni.

TABELLINO

ENTELLA - LECCE 1-5

Marcatori: Coda al 37' p.t., Henderson al 2' s.t., De Luca al 4' s.t., Mancosu (rigore) al 13' s.t., Paganini al 21' s.t., Stepinski al 45' + 3' s.t.

Entella (3-5-2): Borra; Pellizzer, Poli, Chiosa; De Col, Crimi (dal 5' s.t. Morosini), Paolucci, Mazzocco (dal 7' s.t. Brescianini), Curranino (dal 7' s.t. Bonini); Petrovic (dal 26' s.t. Koutsoupias), De Luca (dal 26' s.t. Mancosu Mat.). (Albertazzi, De Santis, Cardoselli, Brunori, Coppolaro, Toscano, Settembrini). Allenatore Tedino.

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Adjapong, Meccariello, Lucioni, Zuta (dal 1' s.t. Calderoni); Henderson (dal 26' s.t. Majer), Tachtsidis (dal 37' s.t. Maselli), Paganini (dal 43' s.t. Pierno); Mancosu Mar.; Coda (dal 26' s.t. Falco), Stepinski. (Bleve, Vigorito, Gallo, Dubickas, Gianfreda, Lo Faso). Allenatore Corini.

Arbitro: Rapuano di Rimini (Villa-Berti, IV Ufficiale Gariglio).

Note: espulso Paolucci per aver evitato con le mani la segnatura di una rete, ammoniti Crimi, Coda, Paolucci, Poli, Calderoni, angoli 3-9, recupero 2' p.t., 4' s.t.