Anziani a casa per "lockdown", negozi chiusi alle 18: E' PRONTO IL DECRETO, l'Italia sul baratro della nuova ondata di coronavirus

Domenica 1 Novembre 2020 | Cosimo Carulli | Cronaca

ROMA - Tutti i negozi chiusi alle 18, stop alla circolazione e agli spostamenti tra le regioni, riduzione della possibilità di spostarsi da casa per chi ha più di settant'anni, chiusura dei centri commerciali nel fine settimana e dei corner scommesse e giochi anche presso i concessionari dello Stato come le tabaccherie.

Sono i punti chiave del "lockdown" che si avvicina a grandi passi anche in Italia, dopo le decisioni già assunte in questa direzione da Francia, Germania e Inghilterra.

Il provvedimento del Governo Conte, che in origine doveva vedere la luce già domani per avere effetto da martedì, slitterà di un giorno (entrata in vigore probabile mercoledì) per un nuovo giro di consultazioni dell'esecutivo nazionale prima con la task-force governativa che si sta occupando della pandemia a livello scientifico, poi con i governatori di Regione, non tutti disponibili ad accettare misure nazionali e che valgano per tutti.

Le regioni con meno emergenza, infatti, spingono per una soluzione più leggera che lasci lo spazio a singole regioni maggiormente colpite per attuare delle misure restrittive che valgano solo in quei territori.

Torneranno le autocertificazioni: la volontà del Governo è ridurre comunque al minimo la mobilità, per esigenze comprovate e motivazioni reali, di lavoro, salute o appuntamenti emergenziali.