LECCE, TONFO PESANTE: passa la SPAL tra i guai difensivi e la sterilità offensiva. La cronaca

Sabato 10 Aprile 2021 | Marco Errico | News

LECCE – Si ferma sul più bello la corsa del Lecce. Dopo sei vittorie consecutive i giallorossi si arrendono alla SPAL, che espugna il Via del Mare con i gol di Valoti ed Okoli. Inutile il momentaneo pari del Lecce firmato da Majer. E per la promozione diretta torna tutto in discussione, anche perché la Salernitana corsara in casa dell’Entella si riavvicina a un solo punto, ma con lo scontro diretto a sfavore dei campani e in favore dei giallorossi.

Lecce imbrigliato - Corini si affida ancora alla formazione del momento, rispetto a Pisa l'unica novità nell’undici di partenza è Meccariello al centro della difesa al posto di Pisacane. Le due squadre si affrontano a viso aperto, il primo squillo è della Spal con Strefezza che all'8' sfiora l'incrocio con un bel destro dalla distanza. E' il preludio al vantaggio degli ospiti che arriva 5 minuti dopo. Valoti approfitta di un rimpallo e dal limite esplode un destro che non lascia scampo a Gabriel, costretto a capitolare dopo 316 minuti di imbattibilità.

Reazione - Immediata la reazione del Lecce, che trova il pari al 17'. Henderson arriva sul fondo e mette un pallone invitante nel cuore dell'area, letale l'inserimento di Majer che con un destro rasoterra infila la sfera nell'angolino basso. Lo sloveno ancora giustiziere della SPAL, dopo il gol della vittoria realizzato due stagioni fa nell'ultimo campionato di A.

Occasioni - La SPAL non ci sta e per due volte sfiora il nuovo vantaggio. Prima con Valoti, che al 21' solo davanti a Gabriel salta il portiere, ma si defila troppo e non riesce a concludere. Poi con un grande destro di Di Francesco di poco a lato. Nel finale di tempo, però, è il Lecce che va vicinissimo al sorpasso. Su azione innescata da un delizioso tacco di Pettinari, Majer non conclude tutto solo davanti a Berisha, serve Coda che trova la difesa emiliana abile a chiudere tutti gli spiragli per il tiro.

Arrembaggio - La ripresa si apre con due cambi. Nel Lecce c’è Tachtsidis al posto di Majer, con Hjulmand spostato nel ruolo di mezzala. La Spal riparte con Floccari al posto di Di Francesco. La squadra di Rastelli non rinuncia all’idea del colpaccio e al 10’ gli estensi ripassano in vantaggio. Su azione nata da corner, Okoli anticipa Lucioni e infila Gabriel che in area piccola non trova il tempo per l'uscita, rendendosi anche lui colpevole. La reazione del Lecce questa volta è sterile, da segnalare solo un destro di Henderson insidioso, ma debole e neutralizzato senza troppi problemi da Berisha. Corini rompe gli indugi e inserisce Rodriguez Delgado e Nikolov (ammonito, salterà la trasferta di Vicenza). Lo spagnolo prova a dare vivacità, punge con un tiro dalla distanza, forte ma centrale. Ma è la SPAL a rendersi ancora pericolosa in ripartenza, con una conclusione di Sernicola che accarezza il palo dopo una deviazione alla disperata di Nikolov. Corini si gioca il tutto per tutto e getta nella mischia anche Yalcin e Stepinski. Le ultime speranze del Lecce si infrangono sulla traversa colpita da Stepinski in pieno recupero, sugli sviluppi di uno dei tanti angoli del finale.

TABELLINO

Lecce – Spal 1-2

Marcatori: Valoti al 13’ Majer al 17’ pt; Okoli al 10’ st.

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Meccariello, Gallo; Majer (dal 1’ st Tachtsidis), Hjulmand (dal 18’ st Nikolov), Bjorkengren; Henderson (dal 36’ st Yalcin); Coda (dal 36’ st Stepinski), Pettinari (Rodriguez dal 18’ st). (Bleve, Vigorito, Pisacane, Paganini, Dermaku, Zuta, Calderoni).Allenatore Corini.

SPAL (3-5-2): Berisha; Sernicola, Okoli, Ranieri; Strefezza (dal 36’ st Spaltro), Segre, Viviani (dal 18’ st Missiroli), Murgia (dal 18’ st Mora), Dickmann; Valoti (dal 26’s t Asencio), Di Francesco (dal 1’ st Floccari). (Galeotti, Thiam, Esposito, Peda, Seck, Moro). Allenatore Rastelli.

Arbitro: Manganiello di Pinerolo (Cecconi-Baccini, IV Ufficiale Abisso).

Note: ammoniti Sernicola, Viviani, Lucioni, Hjulmand, Mora, Nikolov, Dickmann; angoli 6-3 per il Lecce; recupero 0 pt, 5+1 st.