News

SCONTRI, MANGANELLATE, ARRESTI, FINTI ULTRAS: mattinata "pazza" al "Via del Mare", ma era una esercitazione

Esercitazione di ordine pubblico questa mattina allo stadio, molto ma molto credibile





LECCE - E' stato tutto così credibile che centinaia di automobilisti di passaggio ma anche abitanti della zona hanno temuto che fosse tutto vero. A decine hanno reso partecipe la nostra redazione di foto, video, telefonate d'allarme. Fortunatamente non è accaduto proprio nulla.

Mattinata “pazza” al “Via del Mare” dove gli uomini dei reparti antisommossa della Questura di Lecce, insieme a quelli del reparto Volanti e Squadra Mobile, sotto la regia della DIGOS, hanno tenuto una esercitazione nel piazzale antistante la Tribuna Centrale e davanti ai varchi d'uscita della Curva Nord, cuore della “casa” degli Ultrà Lecce.

Una esercitazione con finti incidenti con finti ultras, sfondamenti dei cordoni di sicurezza, finte manganellate e pure finti arresti, con tanto di facinorosi caricati a forza sui cellulari della Polizia e trasportati a sirene spiegate. Tutto finto, tutta una esercitazione, tutti (pure i finti ultras) erano poliziotti in servizio alla Questura di Lecce.

In vista del prossimo campionato le forze dell'ordine hanno tenuto questa giornata di aggiornamento operativo su indicazione del Questore di Lecce e per meglio apprendere e metabolizzare anche sul campo alcuni passaggi di quelli che saranno i protocolli di sicurezza da seguire in caso di incidenti allo stadio (LA FOTO SOPRA, PURTROPPO, E' TREMENDAMENTE VERA, DAI NOSTRI ARCHIVI L'IRRUZIONE SUL TERRENO DI GIOCO DELLA POLIZIA AL CULMINE DEGLI INCIDENTI DI LECCE-CARPI, IN 1° DIVISIONE LEGA PRO).



Commenti

LOTTA SALVEZZA. E' ufficiale: l'Empoli si prende DESTRO. Contratto annuale
I NOMI DEI PROMOSSI IN ANTEPRIMA. L'AIA fa un passo storico: una donna nell'organico di A e B. VENERDI' L'UFFICIALITA'