News

Un altro terribile schiaffo ai CIARLATANI DI PROFESSIONE. LUPO: "MAJER non interessa alla SPAL"

Il DS della SPAL chiude ogni ipotesi di scambio con il Lecce tra lo sloveno e Di Francesco: confermato quanto vi abbiamo raccontato per settimane





LECCE - Il calciomercato non si fa con la carta per incartare il pesce né con le granitiche convinzioni dei novelli tribuni imperiali che bofonchiano dalle loro dirette on line di avere sempre ragione (raccogliendo risultati catastrofici e di cui siamo grati, perdendo lettori giorno dopo giorno, giunti oramai alla condizione della disperazione da cotanta boria).

Il calciomercato si fa con molta pazienza, qualche buon contatto coltivato nel tempo e quando serve con le dichiarazioni ufficiali. Dichiarazioni ufficiali che quando confermano in pieno la bontà della nostra linea di trasmissione con le nostre fonti beh, ci lasciano soddisfatti.

Oggi ci ha pensato il DS della SPAL Fabio Lupo a chiudere porte e finestre a Majer in biancoceleste, con buona pace dei ciarlatani della carta per incartare il pesce e dei loro diretti eredi in miniatura.

Ecco il contenuto di una intervista del Responsabile del Mercato degli estensi, resa ai colleghi della stampa emiliana. La stampa che pensa a fare giornalismo e a produrre notizie, piuttosto che esibizioni muscolari quasi sempre disastrose.

Asse con il Lecce per Di Francesco, ma senza Majer: parla Longo - “Vedo entusiasmo attorno a questa SPAL che sta nascendo. In questa fase stiamo lavorando a puntellare l'organico con degli elementi che lo possano migliorare, anche con un occhio alle uscite. In questo senso con Di Francesco e il Lecce c'è un discorso, ma Majer non è il tipo di centrocampista che cerchiamo. Lo sloveno è un ottimo calciatore, ci ha fatto pure spesso gol, ma non è quello che cerchiamo per migliorare la rosa. Ci serve altro”.



Commenti

IL PREDESTINATO CECO sulla strada di Sampdoria e Lecce. Sfida di mercato per un 19enne da 2 milioni di Euro
LECCE, SEI FUGGITO IN TEMPO! Liverani si prende LAPADULA, con il Genoa di CODA sarà sfida in una B "infernale"