Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

VIDEO-SERVIZIO: a Lecce la "centrale" della "chat degli orrori". Stupri e decapitazioni di minorenni nei cellulari

Domenica 12 Luglio 2020 | Marco Errico | Cronaca

LECCE - Era Lecce, il centro operativo di una "chat dell'orrore", come l'hanno definita i militari della Polizia Postale che hanno fatto scattare in tutta Italia una maxi-operazione contro la pedopornografia, con 20 minorenni denunciati per detenzione, divulgazione, cessione di materiale pedopornografico e istigazione a delinquere aggravata.

Nei telefonini di questi ragazzi, tutti tra i 13 e in 17 anni, filmati raccapriccanti di sesso violento, stupri, suicidi, decapitazioni di persone e addirittura immagini di brutali violenze sugli animali.

Tra gi amministratori più attivi dei gruppi Telegram (soprattutto) e WhatsApp in cui giravano questi video un minorenne leccese. A lui e a tutti gli indagati sono stati sequestrati decine di telefoni cellulari.

Ecco il video-servizio della nostra redazione: