Cronaca

SCONCERTANTE. Gli ospedali salentini ridotti a LAZZARETTI. Anziana (SANA!) per ore su una barella, CADE E MUORE. IN OSPEDALE

Un'altra drammatica storia di sanità al degrado ci arriva da Scorrano: in ospedale ci si rivolge da sani, per morire





SCORRANO - La Procura di Lecce ha aperto una inchiesta sulla tragica fine di un'anziana di Scorrano, morta lo scorso 3 luglio nell'ospedale cittadino a seguito delle lesioni riportate in una caduta da una barella del Pronto Soccorso dove era stata a lungo “parcheggiata” in attesa di essere visitata per dei presunti scompensi cardiaci.

La donna, una 74enne, si era rivolta al Pronto Soccorso sospettando un attacco di cuore o comunque un malore dovuto a un eccesso di calore derivante dalle temperature afose dei giorni scorsi, insomma per motivi del tutto diversi da quelli del decesso.

“Parcheggiata” per ore su una barella in attesa di essere visitata e refertata sarebbe caduta, riportando una lesione al midollo spinale e la frattura della seconda e della terza vertebra cervicale. I fatti lo scorso 27 giugno, la morte della donna sette giorni dopo come detto il 3 luglio dopo giornate di dolori atroci, ricostruiscono ora i familiari che hanno chiesto chiarezza su questo episodio di malasanità.

Il PM Maria Vallefuoco ha disposto l'autopsia sul corpo della sfortunata anziana, per avere un referto definitivo e imparziale sulla morte della donna, ma intanto ha iscritto 8 persone nel registro degli indagati per il reato di responsabilità colposa per morte in ambito sanitario. Si tratta di due medici, di quattro infermieri e di due operatori sanitari tutti in servizio nella struttura al momento del tragico incidente.



Commenti

CORVINO-BOOM! Parla dopo l'amichevole: "arriva il 5° acquisto, stop punte centrali, addio a molti esuberi"
Un altro RAGGIO DI SOLE nella tifoseria giallorossa: ECCO I "NUCLEI LECCE", saranno attivi in tutto il NORD ITALIA