UN FULMINE: PALAIA SI DIMETTE. "Contrasti con Liverani". Resta un MONUMENTO GIALLOROSSO

Mercoledì 19 Agosto 2020 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Fulmine a ciel sereno in casa Lecce, a pochi giorni dal raduno in vista della nuova stagione di B 2020/2021.

Il dottor Giuseppe Palaia ha rassegnato le dimissioni da Responsabile dell'Area Sanitaria del club, con una nota in cui ha apertamente attribuito la causa di questa scelta ad alcuni dissapori con Fabio Liverani.

Ecco le parole di Palaia che piombano come un macigno in un ambiente in cui Palaia si è legato ai colori giallorossi per quasi quarant'anni, diventando per largo distacco il tesserato più presente sulle panchine del Lecce in ogni epoca.

In serata, poi, è arrivata anche una nota ufficiale del Lecce che ha voluto ringraziare il suo storico medico sociale, pur prendendo le distanze dai toni utilizzati per la sua uscita mediatica attraverso il comunicato stampa. Ecco a seguire i due testi.

Palaia lascia, le sue parole - "Si è concluso il mio rapporto di collaborazione, in qualità di Responsabile Sanitario, con l'Unione Sportiva Lecce per espressa volontà del signor Fabio Liverani che ha addotto presunti contrasti tra noi. Se contrasti possono chiamarsi le dispute per la gestione degli atleti infortunati così numerosi come mai nella mia quarantennale carriera di medico di campo. Ringrazio la società, che mi ha proposto ruoli alternativi che non si confanno col mio modus operandi, ringrazio il Presidente, i vicepresidenti e tutto il Consiglio di Amministrazione per la stima dimostratami. Un ringraziamento particolare va ai tifosi, ai ragazzi della Nord, che in quasi quarant'anni mi hanno supportato come professionista e come uomo in particolari momenti della mia vita".

Addio di Palaia, la nota ufficiale del Lecce - "L'Unione Sportiva Lecce prende atto delle dichiarazioni del dottor Palaia e, pur non condividendone la forma, il tono e le valutazioni riferite alle condotte di altri tesserati, lo ringrazia per la preziosa attività svolta e gli augura le migliori fortune professionali".