CORINI, "SCOSSA" AL LECCE: "proseguire la scalata. Lecce, ora non fermarti"

Sabato 7 Novembre 2020 | Marco Errico | News

LECCE - Non fermarsi ora, continuare a scalare la classifica.

E' il chiodo fisso di Eugenio Corini in conferenza stampa alla vigilia di Entella-Lecce, su cui il tecnico bresciano si è soffermato lungamente. Ecco le sue parole.

Settimana complessa - "E' stata una settimana particolare, abbiamo dovuto rispettare tutti i protocolli sanitari avendo avuto dei positivi in squadra e nello staff, ora dobbiamo essere bravi a superare tutto e pensare soltanto alla partita. L'abbiamo preparata comunque al meglio, non avremo Pettinari che si trascina un problema alla schiena dalla trasferta di Brescia. Falco è tornato ad allenarsi, è disponibile e convocato, pienamente recuperato e anche motivato. Per caratteristiche lo vedo più da attaccante che da trequartista, valuterò domani se farlo giocare dall'inizio o a gara in corso".

Attacco - "Stepinski ha bisogno di continuità, la sta trovando, lavora molto bene per la squadra, sono felice che si sia sbloccato. Anche Coda sta trovando feeling con la porta, speriamo di recuperare presto Pettinari perchè con lui abbiamo un potenziale importante in attacco che cercherò di far valere e sfruttare al meglio".

Avversario - "L'Entella è una squadra allenata molto bene da Tedino, cerca di palleggiare, di giocare, è brava a cercare e trovare la profondità. Ha elementi esperti come Morosini, altri bravi tecnicamente. Dobbiamo farci trovare pronti al sintetico, il pallone scorre via veloce, ma abbiamo buone qualità tecniche e non sono preoccupato per questo. Domani comunque faremo un ultimissimo allenamento in Liguria proprio sul sintetico".

Panchina - "Sono contento di tornare in panchina, mi sentivo un po' come un leone in gabbia lunedì in quel contesto, ma ho piena fiducia in Lanna. Dopo la sosta confido nel ripartire a pieno organico, recuperando molti attuali indisponibili".