SBOTTA MANCOSU. Sorpresa su Instagram: "RISPETTO". Lo aiutiamo noi a rinfrescarsi la memoria...

Venerdì 9 Ottobre 2020 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Con una grafica-post su Instagram Marco Mancosu chiede "rispetto" e piomba nel mezzo di una settimana tranquilla e senza calcio per il Lecce, alle prese con la sosta del campionato per gli impegni delle nazionali.

A cosa si riferisca il capitano giallorosso non è dato sapersi, gli indizi restano vaghi.

Uno porta ai suoi interlocutori, ossia gli unici che gli rispondono in questo sfogo social, Mauro Vigorito e Jacopo Petriccione, due elementi che o volevano lasciare o hanno lasciato la maglia giallorossa. Rivendicazini economiche? C'è la società nel mirino? Speriamo proprio di no, il dubbio è fortissimo.

Un altro indizio porterebbe all'ambiente, ai tifosi o ai giornalisti. E' più probabile, a mercato finito, e anche più realistico: prendersela con chi capita.

Sì, ma rispetto per cosa se Mancosu non ha mai desiderato dire o scrivere in due mesi di calciomercato una parola di chiarezza? Non può certamente passare per "vittima" delle trattative, sarebbe comico.

Aveva tanta smania e voglia di restare a Lecce e mettere alla porta ogni interlocutore di mercato? Perchè non l'ha detto? Prima, le cose si dicono prima...

Anche perchè da quel che risulta da ambienti molto ma molto vicini all'Area Mercato del Monza l'agente del capitano del Lecce sarebbe andato anche a piedi sino ad Arcore a firmare le condizioni contrattuali personali e i bonus per la procura del calciatore previsti nell'accordo saltato con il Monza a causa del troppo esborso richiesto ai biancorossi dal Lecce per il cartellino del giocatore.

Dunque, nessuno venga a recitare la parte di Biancaneve perchè ci sono testimonianze e ricostruzioni precise secondo cui la speranza (legittima) e la volontà (altrettanto legittima) del calciatore o di chi gli sta intorno fosse quella di guadagnare oltre il doppio di quanto previsto dal contratto con il Lecce.

Diversamente Mancosu esca da questa formula da "Settimana Enigmistica" e esprima una parola di chiarezza. Vediamo chi smentisce gli accorati appelli a chiudere con il Monza del suo entourage.

Bravi e costruttivi sì, Marco..., scemi no...