News

Su SoloLecce.it. LE PAGELLE POCO SERIE. Non prendetele sul serio

Tornano le nostre "freddure" sulla prestazione dei giallorossi: da non perdere





LECCE - Anche per questo turno di campionato ecco le pagelle poco serie di SoloLecce.it. Da non perdere, ma anche da prendere non troppo sul serio…, mi raccomando!

BLEVE - Le uscite non sono il pezzo forte della casa, lo sappiamo, ma in porta resta un buon portiere. Qualche brivido, nessun tiro. VOTO 6.

CALABRESI - Ancora una volta tra i migliori in campo. Fa a pezzi l'avversario di fascia Zerbin, costringendo lui che è una punta a giocare difensivo per contenerlo. Testa alta, corsa, fisico e carattere. Oramai è indispensabile. VOTO 7.

GENDREY - Ci mette anche lui fisicità nel finale, ricacciando via qualche iniziativa pretenziosa del Frosinone. VOTO 6.

LUCIONI - Gran bella prova, senza sbavature. VOTO 7.

TUIA - Dopo l'ennesimo infortunio il suo rientro è praticamente l'acquisto più importante del mercato di riparazione. L'avevamo detto, non sta deludendo. Ha anche il piede giusto per far ripartire le azioni da dietro. VOTO 7.5.

GALLO - Canotto lo tiene sulla difensiva, lui anche questa volta vince i Campionati del Mondo di retropassaggio. Per non sbagliare fa solo cose facili e banali. Meglio così. VOTO 5.5.

BLIN - Avvia l'azione del gol vittoria di Coda, trovando un corridoio intelligente e preciso per Di Mariano. Il resto sono tanti calci distribuiti in giro e moltissimi palloni recuperati. VOTO 7.5.

FARAGO' - Fa solo guai, e pure grossi. Si “mangia” l'opportunità per chiuderla sul 2-0, poi perde due palloni e in entrambe le occasioni manda in porta il Frosinone in contropiede con la squadra spezzata in due. Disastroso. VOTO 4.5.

HJULMAND - Extraterrestre. E' il migliore in campo. VOTO 8.

GARGIULO - Vince il contrasto aereo giusto per regalare a Blin il pallone con cui il Lecce sblocca la partita, ma sembra ancora a corto di fiato. Esce cotto di fatica. VOTO 6.

BJORKENGREN - Idee chiare e giocate pulite, un paio mandano anche in porta i compagni. Siamo davvero contenti del suo utilizzo. VOTO 6.5.

STREFEZZA - E' un po' che fa solo cose normali, senza particolari colpi di genio, ma è sempre una spina nel fianco per i difensori avversari che lo devono maltrattare e che con lui nei paraggi sanno che prima o poi pioverà qualche cartellino giallo. Utile. VOTO 6.5.

CODA - 100% vero bomber. E' storia, per sé stesso e per il Lecce. Fa un gol con una torsione che è roba da grandi attaccanti. VOTO 8.

ASENCIO - Qualche minuto più recupero, ma gli bastano per mordere alle caviglie di tutti. Ha tanta voglia, si mette a fare il cane rabbioso e a tirare calci. E' lo spirito giusto. VOTO 6.

DI MARIANO - E' il crack del Lecce, quello che sa tenerti il pallone lontano dai guai, che ti fa salire la squadra, che ti fa guadagnare metri. Sfiora il gol, regala l'assist a Coda per il gol vittoria, ma al di là di queste cose che possono notarLe tutti è davvero prezioso. Se ne è sentita la mancanza. VOTO 7.

LISTKOWSKI - Spiccioli in campo, a differenza di Asencio non fa in tempo a lasciare traccia. S.V.

BARONI - Qualche lancio lungo di troppo nella metrica di questa partita senza spettacolo e di grande sostanza e concretezza. Ma ora è importante portarle a casa. Va bene così, mister, andiamo avanti insieme. Compatti e coesi. VOTO 7.



Commenti

GROSSO E' RAMMARICATO: "non abbiamo potuto giocarla al meglio per le assenze. Il Lecce? Grande squadra"
STICCHI DAMIANI RILANCIA: "noi arbitri del nostro stesso destino. La classifica non c'è bisogno di guardarla"