News

L'INTERVISTA. D'AVERSA racconta il Lecce "segreto": "ogni mattina Baschirotto inizia ad allenarsi alle 7.30..."

Le parole del tecnico del Lecce, ospite di DAZN

ROMA - Il canale tematico esclusivista della Serie A DAZN ha ospitato il tecnico del Lecce Roberto D'Aversa, intervistato su un primo bilancio stagionale alla guida del Lecce dopo un terzo di campionato. Ecco le sue parole su tanti temi.

Il pari col Bologna - “Vale non solo considerando l'andamento della gara, ma anche per il morale. Venivamo da due partite pesanti, con Roma e Milan, questa partita aveva un grosso valore”.

Clima positivo - “Dopo questo punto preso in questo modo ho visto finalmente entusiasmo nello spogliatoio. Venivamo da gare particolari che nel finale ci avevano dato delle amarezze o da Verona dove eravamo stati 2 volte in vantaggio per essere poi ripresi. Questa volta i ragazzi erano felici, ci fa bene”.

Forza di gruppo - “C'è un bel lavoro quotidiano, trovo terreno fertile, i ragazzi si dedicano, spingono. Ogni tanto vanno fermati perché vorrebbero lavorare anche acciaccati o in non perfette condizioni fisiche, per non perdere il posto in squadra o per non perdere terreno sui compagni”.

Piccoli - “E' un talento che ha avuto una carriera condizionata da alcuni problemi fisici giovanissimo. Poteva esprimere già prima queste potenzialità. Ha tutto per andare in doppia cifra”.

Lo stakanovista Baschirotto - “Ci alleniamo tutte le mattine dalle 10.30, io cerco di arrivare per primo, prima delle 8, ma ogni santo giorno lo trovo già al lavoro…”.

Obiettivi stagionali - “Sarebbe bello raggiungere la salvezza e non solo, anche valorizzare qualche giovane patrimonio di questa società. Per me sarebbe una missione completamente centrata”.

Commenti

LA DIFFERENZA E' TUTTA QUI: la "Premier League" rinnova i diritti tv. Un "fiume" di soldi pure per le piccole
La "Passione di Cristo" coinvolge centinaia di spettatori: lo spettacolo ad ALLISTE