News

PRENDETE 5 MINUTI E UN BUON MEDICINALE, vi girerà la testa. Ecco la riforma dei campionati di Gravina: una "SUPERCAZZOLA"

Ecco cosa ha in mente il Presidente della FIGC per arginare la crisi economica dei club





CATANZARO - Da Catanzaro, dove è arrivata in “visita” la Coppa dei Campioni d'Europa appena vinta dagli azzurri agli Europei in tour itinerante, il Presidente della FIGC Gabriele Gravina ha annunciato i contenuti della prossima riforma dei campionati che interesserà tutti i principali livelli professionistici del calcio. Ecco le sue parole.

Via alla riforma dei campionati, si parte nel 2024: parla Gravina - “L'idea di fondo della riforma che verrà è legata a una esigenza: il nostro calcio è oramai surriscaldato, si spende troppo perchè il divario a livello di mutualità è altissimo. C'è un rapporto di 1 a 20 tra la A e la B, di 1 a 10 dalla B alla C, infinito dalla C al dilettantismo perchè non c'è mutualità. Il rischio legato a una retrocessione sportiva, sul campo, diventa automaticamente anche di un fallimento economico immediato. La storia dice che su quattro società che vanno dalla B alla C tre, nel giro di due anni, falliscono. La mia preoccupazione è raffreddare questo sistema surriscaldato con fasce intermedie e arrivare nella stagione 2024/2025 a una fusione tra Serie B e Serie C, con una cadetteria con due gironi. Sostanzialmente lavoriamo a una C élite, a una D élite, con una fusione in alto tra la C élite e la B, per arrivare alla fine a una Serie A, due Serie B per quaranta squadre, poi una Serie D che si fonderà con quel che resta della C, in un semiprofessionismo abbastanza allargato al mondo del dilettantismo”.



Commenti

"CHEVA" E' MISTER! "PROMOSSO" a Coverciano, è allenatore "UEFA A" a soli 41 anni
CODA RACCONTA TUTTO! La sfida del "quasi" ex: "incontrai Galliani, ma poi fecero altre scelte"