E' FATTA LA STORIA, anche noi sorridiamo felici: 95 ANNI DOPO LO SPEZIA TORNA IN A

Giovedì 20 Agosto 2020 | Cosimo Carulli | News

LA SPEZIA - Non è bastata una rete di Rohden a mezz'ora dalla fine a ribaltare lo 0-1 dell'andata favorevole allo Spezia, per il Frosinone che espugna il "Picco" ma vede festeggiare gli "aquilotti" per una storica Serie A che a La Spezia mancava dal campionato 1924/1925, ultima apparizione dei bianconeri nell'allora Prima Divisione Nazionale, la categoria che poi venne sostituita nella denominazione dalla Serie A.

Finale 0-1, come all'andata favorevole allo Spezia allo "Stirpe" di Frosinone ma questa volta per i gialloblù: decide la miglior classifica nella stagione regolare e La Spezia intera può impazzire di gioia.

Promossi i ragazzi di Italiano, nessun over classe 1998 tra difesa e porta, una "banda" di giovani di cui sentiremo parlare tanto. Impazzita dicevamo una città intera che 95 anni dopo riassapora il gusto della Serie A in contesti profondamente diversi, economici e di prestigio sportivo.

Allo Spezia terza promossa dalla B alla A, dunque, lo "slot" in A del Lecce terz'ultimo dalla A alla B, quasi un passaggio di consegne dopo la festa andata in scena al "Via del Mare" appena un anno addietro al termine di quel Lecce-Spezia che vide applaudire calorosamente e partecipare alla promozione dei giallorossi anche la tifoseria spezzina, calda e calorosa come non mai e che oggi ha spinto i suoi ragazzi dall'esterno della Curva Ferrovia con cori incessanti.