LA B SI FERMA, PARLA IL LECCE! Qui "LIVE" conferenza stampa urgente di STICCHI DAMIANI

Lunedì 19 Aprile 2021 | Cosimo Carulli | News

LECCE - La B si ferma, ma dopo il rispettoso silenzio che ha caratterizzato questi giorni travagliati di trattative convulse tra il Consiglio e l'Assemblea di Lega adesso parla il Lecce.

Alle 11 il Presidente della società giallorossa Saverio Sticchi Damiani ha convocato una conferenza stampa urgente.

SoloLecce.it la seguirà in tempo reale, aggiornamento dopo aggiornamento, con il nostro “live” scritto che come sempre vi porterà dentro gli eventi giallorossi, da protagonisti.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA PAGINA.

La conferenza stampa con il Presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani sta per cominciare.

Dettagli sull'approvazione - “La proposta è stata approvata con 16 voti favorevoli e 4 società astenute. Tra le società favorevoli a questa sospensione del campionato c'è anche la nostra, che ha votato sì”.

Altre proposte - “La mia iniziale, in realtà, era quella di giocare prima di fermarci altre due gare, per evitare prudenzialmente nuovi casi di coronavirus che potevano bloccare altre società e quindi aumentare i rischi concreti di perdere di far perdere regolarità al campionato. L FIGC ha chiesto al Presidente Balata di preservare però la contemporaneità di quattro giornate, non delle ultime due. E ci siamo adeguati anche noi come società”.

Difetti della proposta così come approvata - “Siamo praticamente in mano alla buona sorte, completeremo il campionato solo se avremo un po' di fortuna, altrimenti non ho idea quando si possa completare la stagione. Questa rimodulazione è l'ultima opportunità temporale che tutela tutti i club facendo salva la data di chiusura della stagione al 27 maggio, quando i calciatori impegnati negli Europei maggiori e Under 21 dovranno essere ‘consegnati' alle rispettive nazionali. Siamo nelle mani della fortuna: senza imprevisti ce la faremo, diversamente non ho idea…”.

La posizione del Lecce nel dettaglio - “Noi e l'Ascoli eravamo sulla posizione che ho espresso, ma la maggioranza ha voluto seguire l'indicazione che la FIGC ha trasmesso a Balata. In Assemblea anche la nostra società, di conseguenza, si è adeguata con spirito unitario, nonostante tutte le nostre perplessità”.

Ipotesi “Super Lega Europea” - “Non mi piace il metodo di una Lega in cui i partecipanti si sono autoproclamati meritevoli di esserlo. Ci sono solo cinque posti destinati al merito sportivo, pare, oltre ai 15 fissi dei soci fondatori del progetto. E' veramente una proposta da definire, io sono molto più concentrato sulla nostra battaglia, il finale di campionato".

Pro e contro dello stop - “Stavamo facendo bene, venivamo da una bella vittoria ed eravamo pronti a giocare e in ritiro già dalla sera stessa di Vicenza. L'abbiamo presa con filosofia, se queste sono le regole ancora una volta ci allineiamo. Se serve alla regolarità del campionato non possiamo che esserci anche noi. Il programma dell'allenatore è chiaramente cambiato, come quello dell'intero staff. Certamente disporremo al meglio della rosa ampia che abbiamo messo a disposizione del tecnico, recuperando anche Mancosu e Listkowski".

Ipotesi altri focolai, che succede? - “E' la mia preoccupazione maggiore. Il fatto che intervengano le ASL a bloccare le squadre cambia radicalmente le cose. Il Pescara, tra virgolette e con il massimo rispetto per le condizioni di salute di tutti, aveva soltanto sei contagiati tra i calciatori, ma le autorità sanitarie hanno bloccato anche i contatti stretti e dunque fermato tutta la rosa. Nelle prossime giornate resta il rischio che un'altra ASL faccia ugualmente con un'altra società con pochi positivi, perchè fermeranno subito tutti i contatti stretti. Siamo nelle mani del buon senso di tutti, del calcio e delle istituzioni sanitarie”.

Percentuali promozione - “La squadra viene da un percorso straordinari. Di solito dopo tanti successi ci si stacca dagli inseguitori, mentre noi abbiamo uno sfidante molto agguerrito che ci sta immediatamente alle spalle. Se abbiamo sin qui fatto qualcosa di straordinario dovremo fare qualcosa di ancor più straordinario. Prendiamo atto di questa anomalia statistica, vincere tutte queste partite non ci ha dato la sicurezza di stare lassù, dunque dobbiamo continuare a vincere anche le prossime".

Ancora sulla scelta della Lega: la genesi - “La proposta come detto è stata suggerita dal Presidente Federale al Presidente della Lega Balata, ma è stata rilanciata immediatamente dal VicePresidente della Lega Galliani che l'ha caldeggiata fortemente, con Pordenone e SPAL, mentre il Lecce come vi ho detto era più preoccupato che questa soluzione potesse prestare il fianco a nuovi stop drammatici nel futuro che metterebbero a rischio il campionato".

Tutti in bolla come il Lecce? - “Credo che nessuna squadra possa restare in ritiro quattordici giorni di fila, non credo che le società possano andare in questa direzione con le rispettive scelte".

Reggiana-Salernitana, 0-3 evitabile - “La Reggiana ha perso a tavolino con la Salernitana semplicemente perchè non aveva neppure 13 calciatori da inserire in distinta per quella gara. Il Giudice Sportivo si è espresso come nella prassi, la formazione emiliana non ha fatto opposizione al Collegio di Garanzia del CONI che invece qualche settimana dopo ha dato ragione al Napoli nel caso che tutti conosciamo della mancata disputa di Juventus-Napoli. La Reggiana ha sostanzialmente scelto di non andare avanti nei ricorsi che poi ovviamente hanno visto scadere i termini temporali per una nuova azione in quel senso”.

La conferenza stampa è terminata, grazie per averci seguito in diretta.