Punto mercato. CORVINO mostra i muscoli con FALCO e PETTINARI: "non saremo ostaggio dei singoli. Valgono le nostre prerogative"

Giovedì 21 Gennaio 2021 | Cosimo Carulli | News

LECCE - A margine della presentazione ufficiale di Nikolov alla stampa (CLICCA QUI PER LEGGERE), ha tenuto un punto mercato con i giornalisti il DS del Lecce Pantaleo Corvino. Ecco le sue parole alle sollecitazioni dei cronisti.

Falco e Pettinari - “Abbiamo sempre detto di non voler tarpare le ali a nessuno. Se ci sono dei calciatori che non hanno piacere a stare a Lecce o che ambiscono ad altre categorie siamo pronti alle valutazioni del caso. E' chiaro che se alcune situazioni non si concretizzano presto come società ci porteremo dietro qualche problema in più per sostituire i partenti in tempi così stretti, visto che andiamo verso la chiusura del mercato. Siamo fedeli a questa linea: mantenere gli impegni con i tesserati ma anche non restare passivi davanti alle condizioni che ci dettano gli altri. Non saremo ostaggio degli interessi altrui, siamo ragionevoli e favorevoli a tutto, ma devono essere tutelati gli interessi del Lecce, non solo quelli unilaterali dei singoli. Non siamo qui ad aprire le gambe a tutti e alle condizioni di tutti: ci sono le prerogative del Lecce".

Strane assenze, strani infortuni - “Per quanto riguarda la situazione degli infortunati noi ci rifacciamo esclusivamente a quanto ci riferisce l'area sanitaria. Quando c'è un atleta che per tanti motivi non è considerato disponibile non c'è nulla da fare, non possiamo immaginare cose o pensare diversamente da quel che ci viene detto nella realtà".

Idee - “Questo sarà un mercato figlio delle idee, questa società retrocedendo dalla A ha ereditato un monte ingaggi molto alterato per la Serie B. Abbiamo dovuto fare 14 acquisti per essere competitivi, da Lecce, ora abbiamo una rosa completa ma dobbiamo essere ulteriormente virtuosi e dovrà esserlo anche l'allenatore”.

Cessioni - “In uscita ci sono ancora Dubickas e Lo Faso, avrei trovato anche delle situazioni favorevoli per loro ma i ragazzi stanno facendo delle riflessioni, non hanno accettato queste proposte”.

L'Empoli - “Non firmerei mai per un pari, non fa parte di me, mi sveglio la mattina per vincerle tutte, pure a tressette. Sappiamo che affrontiamo una squadra che gira a mille, molto ambiziosa e costruita bene, ma scenderemo in campo per vincerla".