News

PRETATTICA DI "PAROLE" O REALTA'? Baroni sceglie: davvero Olivieri per Coda? La situazione

Giallorossi a poche ore dalla sfida delle 16.15 in casa del Pordenone, a Lignano Sabbiadoro





LECCE - Dubbio vero o pretattica. Parole dette per tenere tutti sulla corda e dare a tutti la dimensione positiva della prestazione di La Spezia delle cosiddette “seconde linee” o pensieri reali? Vedremo.

Baroni si tiene sino all'ultimo due dubbi di formazione del tutto inattesi: chi avrebbe mai parlato di ballottaggio tra Olivieri e Coda? Realisticamente? L'altro dubbio meno sorprendente vista la flessione nel livello delle prestazioni degli ultimi mesi è tra il “titolarissimo” Di Mariano e l'outsider Rodriguez Delgado.

Per il resto il Lecce è fatto, con Gabriel in porta dietro ai quattro difensori Gendrey, Dermaku, Lucioni e Barreca. In mezzo Majer e Gargiulo copriranno le spalle al “ragioniere” della mediana, Hjulmand, che proprio oggi festeggia un anno esatto dal suo arrivo in aeroporto a Brindisi per vestire la maglia giallorossa. Davanti Strefezza è l'unica maglia al sicuro, con Olivieri e Coda che si giocano un posto e Rodriguez Delgado e Di Mariano che fanno altrettanto.

Spazio in panchina per Faragò che potrebbe avere uno spezzone di gara tutto suo per iniziare ad entrare nei meccanismi del Lecce. Dipenderà dall'evolversi della sfida e dalla reale necessità tattica di un suo impiego.



Commenti

ECCO IL PORDENONE. Le scelte, la tattica. TEDINO: "ci proveremo dall'inizio alla fine, senza mollare mai"
I PRECEDENTI: la 2° volta del Lecce a Pordenone. L'anno scorso una mezza delusione