News

LA DESIGNAZIONE. Rocchi sceglie MIELE. Occasione per partire bene per un fischietto lo scorso anno in ombra

Sarà il fischietto campano a dirigere Lecce-Cittadella di Coppa Italia: la nostra scheda





ROMA - Il designatore della CAN di A e B Rocchi della Sezione AIA di Firenze ha scelto Giampiero Miele della Sezione AIA di Nola per dirigere Lecce-Cittadella di venerdì alle 21 al “Via del Mare”, valida per i Trentaduesimi di Finale della Coppa Italia.

33 anni, avvocato, nascita nel piccolo borgo di Roccarainola, arbitro dal 2007 e dal 2014 già a livello nazionale in una rapidissima scalata, Miele è al 2° anno di permanenza nella CAN di A e B, dove nell'ultima stagione si è salvato per il rotto della cuffia dalla dismissione, arrivando in coda alle classifiche di rendimento arbitrale. Uno scotto da pagare al 1° anno con i “grandi” dell'AIA, dove Miele è stato riconfermato per una seconda occasione.

Con il Lecce un solo precedente ai tempi della C 2017/2018 “targata” Liverani: un 2-1 in favore dei giallorossi in Coppa Italia di C con il Bisceglie al “Via del Mare”, concluso senza neanche un cartellino, con zero provvedimenti disciplinari (LA FOTO SOPRA ARRIVA DAI NOSTRI ARCHIVI, “PESCATA” PROPRIO IN QUELLA OCCASIONE).



Commenti

GLI AVVERSARI. Anche il Cittadella chiude il precampionato: 2-1 alla Luparense, a segno un ex Lecce
Ripresa la preparazione, PRIMA GIORNATA SALENTINA di Samek e Di Francesco. Solo TUIA in differenziato