ALL'ASSALTO DI TRENI E PULLMAN prima dei divieti: i salentini abbandonano le grandi città e fuggono dal coronavirus

Martedì 3 Novembre 2020 | Cosimo Carulli | Cronaca

MILANO - Centinaia di salentini sulla strada del ritorno, prima delle misure drastiche del nuovo "lockdown".

Si ripetono, purtroppo, le scene irresponsabili del marzo scorso: sono centinaia, come detto, i fuori sede che in queste ore stanno assaltando treni, pullman e aerei rimasti disponibili per rientrare nel Salento prima di restare isolati a Milano, Torino o Genova.

Le istituzioni pugliesi fanno sapere di seguire la vicenda "con interesse e preoccupazione", ma al momento nessuno può essere rispedito indietro e dunque tutti hanno sostanzialmente le mani legate.