ADESSO TUTTI IN PIEDI! Corini, il tuo Lecce è da ORGASMO. Frosinone SBRICIOLATO, giallorossi in corsa per la A. La cronaca

Sabato 20 Marzo 2021 | Cosimo Carulli | News

FROSINONE - Il Lecce è un rullo. Dopo Reggiana, Chievo Verona e Venezia la squadra di Corini asfalta anche il Frosinone e lancia un altro segnale in zona Serie A. Decisivo ancora Coda, con un'altra doppietta che lo proietta a 20 reti nella classifica cannonieri. Nel finale un “gioiello” prezioso firmato Rodriguez Delgado che conferma le qualità personali sotto porta.

Equilibrio - Con Hjulmand squalificato Corini ripropone Tachtsidis in cabina di regia, rilanciato dopo tanta panchina. In difesa torna Meccariello dopo la squalifica e si riconferma prima scelta di Corini nel duello per una maglia con Pisacane. Davanti ci sono ancora Coda e Pettinari con Henderson trequartista. Il Frosinone parte forte, ma il primo tiro è del Lecce con Tachtsidis che sfiora l'incrocio dalla media distanza.

Saracinesca - La gara si accende a metà tempo. Dopo una buona occasione fallita da Henderson (conclusione debole da posizione favorevole bloccata dal portiere) Gabriel deve sfoderare uno dei suoi grandi interventi per respingere una gran conclusione di Tribuzzi. Scampato il pericolo il Lecce prende il sopravvento con l'ispirato Tachsidis, bene come Gallo che a sinistra ferma l'azione avversaria e riparte. Ma non arrivano grandi emozioni.

Coda, il killer - Il secondo tempo è nel segno di Coda, nel bene soprattutto… Al 7' l'attaccante porta in vantaggio il Lecce: cross di Henderson e aggancio con il destro nel cuore dell'area, prima conclusione ribattuta da Curado, seconda che va a segno. Al 22' l'attaccante ex Benevento potrebbe già chiuderla dal dischetto (fallo di Vitale, ingenuo, su Pettinari, trattenuto in maniera evidente). Questa volta però il capocannoniere della B si fa ipnotizzare da Bardi che intuisce il tiro sulla sua destra. Ma è questione di secondi: Coda firma il raddoppio con una rete fantastica, un sinistro in diagonale che piega le mani al portiere, troppo forte e preciso per Bardi. Al 40' c'è gloria anche per Rodriguez Delgado, subentrato a Pettinari dopo la mezz'ora. L'attaccante spagnolo chiude i giochi con una perla: corsa in ripartenza su assist di Tachtsidis e morbidissimo pallonetto a scavalcare Bardi in uscita. Un “cucchiaio” di felicità che chiude i giochi e spedisce in orbita il Lecce.

TABELLINO

FROSINONE - LECCE 0-3

Marcatori: Coda all'8' s.t., Coda al 24' s.t., Rodriguez Delgado al 40' s.t.

Frosinone (3-5-2): Bardi; Curado, Brighenti (dal 19' s.t. Ciano), Szyminski; Salvi (dal 41' s.t. Zampano), Kastanos, Maiello (dal 19' s.t. Carraro), Tribuzzi (dal 30' s.t. Brignola), Vitale L.; Iemmello, Novakovich (dal 30' s.t. Parzyszek). (Iacobucci, Capuano, Gori, Boloca, Ariaudo, Vitale M., D'Elia, Zampano). Allenatore Nesta.

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Meccariello, Gallo; Majer (dal 35' s.t. Nikolov), Tachtsidis, Bjorkengren; Henderson (dal 32' s.t. Mancosu); Coda (dal 42' s.t. Stepinski), Pettinari (dal 32' s.t. Rodriguez Delgado). (Bleve, Vigorito, Pisacane, Paganini, Yalcin, Dermaku, Zuta, Maselli). Allenatore Corini.

Arbitro: Dionisi de L'Aquila (Scarpa-Della Croce, IV Ufficiale Massimi).

Note: ammoniti Vitale L., Kastanos e Majer, angoli 9-4, recupero 0' p.t., 3' s.t.