News

SORPRESA! Stadi, niente aumento della capienza al 75%, tutto rinviato. DRAGHI FIRMA DOPO LA SOSTA

Gli stadi restano al 50%: il Governo non ha varato il Decreto che doveva assorbire l'ok del Comitato Tecnico Scientifico





ROMA - Niente da fare: il Consiglio dei Ministri non ha approvato le nuove norme con l'aumento delle capienze negli impianti sportivi, come suggerito dalla task-force di scienziati che affianca il Governo Draghi nell'emergenza sanitaria.

Come ben sanno i nostri lettori dal Comitato Tecnico Scientifico nei giorni scorsi era arrivato il via libera, che però doveva essere tradotto in un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, che non è arrivato in tempo per questa giornata di campionato.

Si resta con i vecchi numeri, dunque, coni l 50% della capienza consentita negli stadi italiani.

Secondo le indiscrezioni la scelta sarebbe stata improntata alla prudenza, nell'attesa di un altro turno dei campionati maggiori, sfruttando la sosta delle nazionali per avere un quadro più dettagliato del livello del contagio in ottobre inoltrato.

L'apertura al 75% della capienza dovrebbe scattare dunque dal 16 ottobre con il via all'8° di Serie A con l'anticipo pomeridiano e con il turno di B che vedrà impegnato alle 14 anche il Lecce ad Ascoli, dove sarà atteso e finalmente consentito il grande pubblico.

Quello giallorosso per riempire al 75% il “Via del Mare” dovrà aspettare il 23 ottobre in casa con il Perugia alle 14.



Commenti

INCREDIBILE: dalla Cina a Nardò in vendita pellicce di cani e gatti. CHIUSO UN NEGOZIO PER 3 MESI
LOPEZ E LA MOGLIE NEI GUAI: chiesto il processo, hanno mentito inguaiando due ultras?