News

LOPEZ E LA MOGLIE NEI GUAI: chiesto il processo, hanno mentito inguaiando due ultras?

Chiesto il procedimento giudiziario per l'ex terzino sinistro giallorosso e la compagna: ecco i dettagli





LECCE - Da accusatori ad accusati.

Walter Lopez e la moglie Stefania Craciun, attualmente stabilizzatisi a Trieste dove l'ex terzino sinistro del Lecce sta vestendo la maglia della Triestina (Serie C), sono sotto inchiesta per falsa testimonianza nei confronti di due ultras.

Il Pubblico Ministero del Tribunale di Lecce Massimiliano Carducci ha presentato in questo senso richiesta di rinvio a giudizio al GIP Alcide Maritati che ora dovrà fissare l'udienza preliminare e stabilire se i due dovranno andare a processo o meno.

I fatti risalgono al 19 aprile 2015, dopo un derby di 1° Divisione Lega Pro tra Lecce e Foggia, quando Lopez sporge denuncia per una presunta aggressione davanti casa da parte di due ultras della Curva Nord giallorossa.

Secondo la ricostruzione della coppia al calciatore sarebbe stato contestato il mancato saluto a fine gara all'indirizzo del settore e “consigliato” con modi abbastanza sbrigativi di dire pubblicamente ai giornalisti locali che la famiglia Tesoro si trovava in ritardo con i pagamenti degli stipendi.

Un teorema che ha portato a processo due ultras, come detto, dove sono stati assolti con formula piena ottenendo addirittura il capovolgimento delle accuse: per il giudice, infatti, ci sono i presupposti per un altro processo, ma per falsa testimonianza e ai danni della coppia che da tempo ha intanto lasciato il Salento e che avrebbe inguaiato falsamente i due ultras, che nel frattempo hanno scontato sei anni di DASPO con obbligo di firma in Questura.

A difendere i due esponenti della Nord giallorossa è l'avvocato Giuseppe Milli.



Commenti

SORPRESA! Stadi, niente aumento della capienza al 75%, tutto rinviato. DRAGHI FIRMA DOPO LA SOSTA
ANCORA NAZIONALE! Il nuovo corso dell'Islanda riparte da BJARNASON e HELGASON: gioia doppia