News

BARONI CHIAMA A RACCOLTA TUTTI: "sono orgoglioso dei ragazzi in campo contro i colossi. Anche giornalisti e tifosi devono esserlo"

Le parole del tecnico giallorosso alla vigilia del durissimo impegno di Roma con l'undici di Mourinho





Lecce formato big - “Ripetere la prestazione con Inter e Napoli? Lo spero. Anche a Roma avremo un seguito straordinario da parte dei nostri tifosi, giocheremo in un palcoscenico bellissimo con il tutto esaurito casalingo. Avremo tante difficoltà, lo sappiamo, poi loro sono anche feriti per la sconfitta europea con il Betis Siviglia, insomma tutto è complicato. Dobbiamo fare una bella figura, metterli in difficoltà: lo possiamo fare con coraggio, attenzione, determinazione, ma soprattutto senza sbagliare niente”.

Umtiti favorito - “Sta bene, è pronto. In questo momento ho tanti titolari, farò delle scelte. Per il tipo di partita e di avversario che avremo domani è chiaro che la figura di Umtiti potrebbe essere quella giusta, potrebbe essere la sua partita”.

Fasce - “Con la Cremonese siamo rimasti bloccati dalle parti di Hjulmand e sulle fasce, poi facciamo anche pochi tiri in porta perché troppo spesso sbagliamo l'ultimo passaggio, non perché non costruiamo. Banda ha stupito tutti per qualità, capacità di saltare l'uomo, ma deve migliorare nelle scelte finali. E' parte della sua crescita. Quando sento allenatori dire che bisogna dare fiducia e aspettare calciatori pagati 25 milioni permettetemi di avere anche fiducia nei miei. Così come credo in Colombo: non è stata la partita migliore della sua carriera con la Cremonese, è vero, ma non è mai stato messo nelle condizioni giuste per crea”.

Appello all'unità - “Il campionato è difficile, credo sia meglio restare uniti, anche con voi giornalisti e con i tifosi. Abbiamo tanti giovani e sono orgoglioso di vederli giocare contro i colossi del calcio. Non andiamo in questi stadi accucciati, ci andiamo sempre in piedi, a testa alta. Non è poco”.

Calendario che si fa complesso - “Sono le partite più belle. Con convinzione anche in questo ciclo possiamo prendere punti”.

L'analisi dell'avversario - “Solido, con una fisicità pazzesca, con mille soluzioni da palla inattiva. Sarà una gara difficilissima, devo dire la verità. Mourinho vuol vincere anche quando gioca a tombola, non lascia nulla nonostante avranno anche il pensiero della gara di ritorno a Siviglia decisiva per il loro cammino europeo. Hanno fatto il 40% dei gol in elevazione, di testa, arrivano sempre prima col fisico: dovremo avere un pensiero in più”.

Precedenti fortunati - “I pareggi del Lecce di Mazzone e Zeman? Sono arrivato a Lecce l'estate successiva allo Scudetto tolto dal Lecce alla Roma, fu una partita rocambolesca, storica. Ora i tempi sono radicalmente cambiati rispetto a quel calcio”.



Commenti

LA FAVOLA PERFETTA DELLA FARFALLA FRAGILE: Ilicic rinuncia a tutto, soldi compresi. Chiude a casa e lo presentano al supermercato
I CONVOCATI: fuori uso BISTROVIC, il Lecce ha i numeri contati a centrocampo. Ma su BJORKENGREN non cambia idea