News

DA NON PERDERE. L'INTERVISTA. PARLA STICCHI DAMIANI: "niente ci scalfirà. Dal calcio e dai tifosi ho avuto solo amore"

Le parole del Presidente del Lecce: l'intervista dal Comunale di Bressanone





BRESSANONE - Parole importanti, emozionanti, di un uomo dalla enorme sensibilità che non può ovviamente restare indifferente a tutto quel che è successo in queste ore, è umanamente provato, ma anche sicuro. Sicuro di tutto.

Dal Comunale di Bressanone parla Saverio Sticchi Damiani, il Presidente del Lecce, a poche ore dall'indegno episodio minatorio ai suoi danni, a oltre mille chilometri di distanza, a Lecce.

Ecco i temi che abbiamo trattato con il massimo dirigente giallorosso in questa lunga e importante intervista, sotto in sintesi, poi nella versione video completa.

Condizione psicologica personale - “Sto bene, avevo deciso da tempo di venire in ritiro, di toccare con mano il lavoro di questi giorni, ho visto la squadra impegnata in carichi importanti e sono emozionato dalla vicinanza di tutti che mi è arrivata dal Salento, da chi vive al mio fianco questa esperienza in società sino ai tifosi. Sono toccato da tanto affetto. Avevo voglia di stare con i ragazzi e non ho cambiato i miei impegni, meglio così, qui respiro aria pura, in tutti i sensi".

Falcone alla firma e non solo - “Aspettiamo la firma di Falcone e l'ufficialità di questa e di altre trattative importanti che Corvino e Trinchera stanno portando avanti in queste ore. Stiamo facendo un lavoro sottotraccia, chiedo ai tifosi di avere un po' di pazienza, verrà fuori un Lecce giovane, forte, da combattimento. Siamo un cantiere aperto, ci sono e ci saranno altri avvicendamenti di mercato”.

Amichevole internazionale - “Sono felice di vedere associato il nome del nostro Lecce a quello di squadre estere consolidate nelle rispettive realtà. E' la dimensione del nostro processo di crescita, peccato aver affrontato questo impegno con qualche assenza, un po' rimaneggiati, con qualche affaticato dai carichi di lavoro, ma ce la siamo goduta comunque”.

Punto nuovi acquisti - “Credo che nelle prossime ore saremo in grado di annunciare non uno ma due arrivi”.

Vicenda personale - “Mi sento tutelato dal mio Stato, dalla magistratura, lo siamo io e la mia famiglia. E' questo un episodio che non ha nulla a che fare con il Lecce, con il calcio. Da questa piazza in questi anni ho avuto solo amore ed entusiasmo, dalla gente comune sino agli ultras ho ricevuto sempre rispetto da tutti ed ho dato tutto me stesso, ponendomi sempre per quello che sono. Grazie a questa simbiosi, alla verità e alla pulizia morale di questo rapporto reciproco abbiamo costruito insieme, e sottolineo insieme, 5 anni di successi e di emozioni, che sono le mie emozioni e quelle dei tifosi. Non ci scalfirà nulla. Niente ci scalfirà”.



Commenti

DIARIO DA FOLGARIA. L'amichevole: qui "LIVE" Lecce-Bochum 2-3
BARONI SI "GODE" IL LECCE: "potevamo farne cinque o sei in un tempo. Ci saranno molti cambiamenti dal mercato"