CORINI E' SICURO: "sappiamo come vincere. Sugli infortunati lavoriamo sul doppio confronto"

Domenica 16 Maggio 2021 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Alla vigilia della partenza per Venezia parla il tecnico Eugenio Corini, come sempre prima della gara. Ecco subito i temi “lanciati” dall'allenatore bresciano su questa frenetica attesa play off.

Situazione - “Abbiamo fatto delle valutazioni in ottica andata e ritorno con la volontà di andare a giocarci anche le successive due. Quindi non forziamo Pettinari che dovremmo recuperare per il ritorno, come Rodriguez Delgado che ha fatto anche degli esami strumentali che hanno dato un esito tranquillizzante, ma non sarà rischiato. Anche Tachtsidis ha lavorato quattro volte di fila in differenziato, ma ora è pronto per tornare a disposizione”.

Venezia - “Hanno fatto un ottimo percorso, hanno superato il Chievo Verona giocando a viso aperto. Complimenti, ci hanno messo tanto carattere. Non sarà una gara semplice, noi dobbiamo metterci carattere, attitudine e mentalità per portarla a casa. In campionato sono state due gare intense, all'andata potevamo vincerla dopo una gran ripresa, al ritorno siamo stati bravi a mettere la testa in avanti. Sappiamo bene cosa fare per vincere. Noi ci siamo preparati per una partita che deve durare 180 minuti. Servirà grande attenzione”.

Modulo - “Abbiamo lavorato anche sul doppio trequartista avendo carenze di punte. Ho provato Mancosu più avanti, anche perchè abbiamo solo Yalcin come alternativa alle punte. Il 4-3-2-1 lo abbiamo proposto solo nel primo tempo all'andata con l'Empoli, dove non abbiamo fatto benissimo. Il 3-5-2 resta invece una valida alternativa che potremmo riproporre in generale, ma il modulo base resta il 4-3-1-2”.

Bilanci - “A fine stagione potremo parlare di tutto, di quel che è andato bene e di quel che è andato male. Le valutazioni complessive si faranno alla fine, dopo quello che speriamo sia un bellissimo traguardo raggiunto. Abbiamo ottenuto al momento i play off che sono un traguardo importante, questa squadra ha sempre reagito alle difficoltà e proveremo a farlo anche questa volta cercando il massimo risultato nel doppio confronto. Al momento pensiamo solo a questo".

Difesa - “Ho quattro centrali qualitativi e importanti. Ho privilegiato Lucioni che è stato oggettivamente il titolare. Dermaku è stato fuori a lungo, Meccariello ha fatto un campionato di grandissima qualità e Pisacane ha dato garanzie quando è stato chiamato in causa. Certamente Dermaku offre sicurezze importanti, faremo delle valutazioni sul suo impiego”.

Equilibri mancati - “Questa squadra è cresciuta tra andata e ritorno, lo dicono i dati oggettivi, ma in casa ha lasciato molti punti, troppi. La lucidità mentale ti fa leggere meglio le gare dal punto di vista tattico e se fuori casa siamo più lucidi in casa ancora ci facciamo prendere dalle situazioni, perdendo in equilibrio”.