TRAGEDIA SENZA FINE: Filippo, CUORE GIALLOROSSO, ammazzato e buttato nel fiume?

Giovedì 11 Febbraio 2021 | Cosimo Carulli | Cronaca

VIGEVANO - Drammatica svolta nelle indagini sulla scomparsa a Vigevano, in provincia di Pavia, di un 48enne del rione Castromediano di Cavallino, nel pieno del tessuto urbano di Lecce.

Filippo Incarbone, il nome dell'uomo di cui si è occupato anche “Chi l'ha visto" nella sua ultima puntata di ieri, sarebbe stato ucciso da due uomini fermati in queste ore e accusati di omicidio e distruzione di cadavere. Del corpo del 48enne, infatti, continua a non esserci nessuna traccia.

E' una svolta incredibile, quella di queste ore, e porta dritti sulle piste di un 43enne e di un 31enne entrambi di Vigevano, con alle spalle diversi precedenti penali.

La scomparsa di Filippo Incarbone risale al 27 dicembre scorso: quel giorno incontrò il fratello che vive nelle vicinanze, poi il 3 gennaio l'ultimo sms di auguri di buon anno alla cognata, con le scuse per il ritardo. Da allora buio completo sul suo destino.

L'uomo viveva da qualche tempo da solo a Vigevano, nel pavese: l'allarme sulla sua scomparsa l'ha dato il cagnolino che non ha smesso di abbaiare per ore dopo l'allontanamento del suo padroncino. Ma all'arrivo delle forze dell'ordine il camionista cavallinese era già sparito nel nulla.

Secondo gli inquirenti che stanno indagando sul caso il cadavere di Incarbone potrebbe essere nel Ticino, il fiume che attraversa la provincia di Pavia.

Incarbone era un accanito tifoso del Lecce, un amore il suo che era diventato ancora più intenso una volta partito per sbarcare il lunario al Nord.