Cronaca

Ora devono pagare i colpevoli. I leccesi non sono fessi. LIDL vuole dal Comune 6 MILIONI di danni per la chiusura

Le casse comunali su una "bomba" a orologeria: ecco la richiesta risarcitoria





LECCE - La catena commerciale italo-tedesca LIDL ha ufficialmente chiesto al Comune di Lecce 7 milioni di Euro di risarcimento danni per la chiusura del supermercato lungo Viale dello Stadio, nelle vicinanze di Piazza Palio, a cui l'Amministrazione Salvemini ha dovuto necessariamente revocare l'autorizzazione alla vendita poiché la struttura era stata costruita su un'area dove non poteva essere messo su un centro commerciale.

E' la “bomba” ad orologeria su cui si ritrova seduto il Comune di Lecce che in conseguenza di questa richiesta di risarcimento rischia il dissesto finanziario, non potendo assolutamente garantire il pagamento di questa somma in caso di contenzioso negativo davanti alla giustizia.

Nella sua iniziativa risarcitoria LIDL ha preannunciato che chiederà la revoca delle concessioni alla vendita di altri 6 tra centri commerciali e supermercati sparsi in città, che a loro volta potrebbero chiedere una valanga di milioni di Euro alle casse comunali.



Commenti

SQUALLORE SENZA FINE: adesca un 14enne, lo porta in un vicolo e lo violenta. Un professionista nei guai
BARRECA SPINGE IL LECCE ALL'ATTACCO! "E' la mia caratteristica, sono qui molto carico"