Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LECCE, IL COMUNE DELLA VERGOGNA: la Lupa si gioca la storia 30 anni dopo, ma c'è una gara di ballo...

Venerdì 19 Aprile 2019 | Matteo Bottazzo | AltroLecce

LECCE - Metti una società che dopo quasi trent'anni vorrebbe riportare il basket nazionale e l'orgoglio di una grande Serie B a Lecce e una Amministrazione Comunale che incassa oltre mille Euro al mese per l'utilizzo di una struttura fatiscente e nel degrado, un "PalaVentura" gioiello che dopo anni di abbandono non è stato neanche riqualificato per un palcoscenico così importante.

Metti tutto questo e mettici anche che la società di basket di cui parliamo, la Lupa Lecce, è alla SemiFinale play off per un posto in B, ma ha dovuto chiedere un piacere a un'altra società leccese di basket, la Scuola Basket Lecce, per poter giocare a Lecce Gara 1 della SemiFinale senza emigrare lontana da casa, cambiando data al suo impegno iniziale per poter avere un parquet agibile.

Perchè? Perchè il Comune di Lecce, costantemente impegnato a fare cassa, a macinare affitti dalle sue strutture, ha piazzato per il giorno della SemiFinale play off di Serie C di basket una gara di ballo da sala...

Furiosa la reazione del patron della Lupa Lecce Angelo Perniola. Ecco alcuni passaggi del suo comunicato (si gioca comunque al "PalaVentura" sabato 27 aprile alle 17 contro i baresi di Ruvo di Puglia).

Basket a rischio, la nota della Lupa Lecce - "La Lupa Lecce, società militante nel campionato di Serie C di basket e in piena lotta per conquistare un posto nella Serie B nazionale, dovrà affrontare nella fase finale del torneo un avversario ben più temibile delle contendenti al titolo: l'Amministrazione Comunale di Lecce. E' accaduto che l'impianto che ospita come da calendario stabilito a settembre le partite della società cestistica leccese sia stato assegnato nelle date della SemiFinale e dell'eventuale Finale ad altre manifestazioni sportive. Il tutto senza alcuna preventiva comunicazione, se non una nota scarna a pochi giorni dalla prima gara di SemiFinale, mettendo in ginocchio la società che dopo importanti sforzi economici si è trovata improvvisamente senza terreno di gioco. Di certo nessuno dei dirigenti a inizio stagione avrebbe pensato a una tale indifferenza da parte della politica locale verso le sorti di una società che sta provando a riportare il basket leccese nei campionati nazionali. La struttura sportiva, poi, già durante la stagione è oggetto di villipendio vero e proprio, essendo in parquet in legno ad uso di basket e volley ed utilizzata costantemente per altri sport che causano danni ingenti ed evidenti. Il futuro della Lupa Lecce ora rischia di svolgersi fuori città, sfrattata dal suo stesso Comune, evidentemente insensibile al sogno della società giallorossa".