Cronaca

Arrivano i CARABINIERI al "RAVE PARTY", ma non erano invitati: IN 100 RISCHIANO LE NUOVE MAXI-PENE. Eccole

Blitz a Racale dei Carabinieri di Casarano che interrompono la musica e passano alle denunce

RACALE - Attraverso il costante monotoraggio dei social i Carabinieri della Compagnia di Casarano hanno interrotto e sgominato un “rave party” organizzato in un locale di Racale, nel Sud Salento.

Il “Favelas party”, così era stato ribattezzato l'appuntamento dagli stessi organizzatori era stato organizzato (del tutto abusivamente) con addirittura biglietti in prevendita a 10 Euro. La festa, totalmente non autorizzata, era ovviamente priva anche di ogni misura di sicurezza.

All'arrivo dei Carabinieri erano presenti in un centinaio, tra questi decine di minorenni. Molti si sono dati alla fuga, a decine sono stati identificati.

Dallo scorso anno con l'insediamento del Governo Meloni con il rafforzamento delle misure anti-assembramenti clandestini chi prende parte a questo genere di manifestazioni sarà punito ai sensi del nuovo articolo 633 bis del Codice Penale, con sanzioni-maxi da 206 a 2064 Euro e un processo penale (dai 2 ai 4 anni di carcere di condanna).

Commenti

GLI ANTICIPI. Sabato senza punti per la SALERNITANA, gita derby per il NAPOLI. LA VIDEO-SINTESI
LA VIDEO-SINTESI. Questa Lecce non l'avevi prevista... UDINESE, che balzo, nel Salento un Milan in crisi

Ultime News