CORINI si prende la responsabilità: "le colpe sono mie, la società fa lavorare tutti al meglio"

Sabato 6 Febbraio 2021 | Marco Errico | News

LECCE - Eugenio Corini non nasconde le sue responsabilità dopo la debacle di ieri del Lecce al cospetto della penultima in classifica Ascoli. Ecco le parole del tecnico giallorosso.

Nervosi - “Siamo partiti bene, passati in vantaggio presto, ma abbiamo subito il pareggio e ci siamo innervositi, facendo il gioco dell'Ascoli. Nel finale del primo tempo e ad inizio ripreso non abbiamo fatto bene, l'Ascoli ne ha approfittato. E' un periodo particolare, appena finito il mercato stiamo inserendo i ragazzi nuovi e stiamo cercando equilibrio, ma è vero anche che ci abbiamo messo del nostro…”.

Autolesionismo - “Siamo stati autolesionisti, infatti. Mi assumo le mie responsabilità, anche perchè questa società mette nelle condizioni di lavorare al meglio. Peccato perchè per larghi tratti la squadra ha fatto cose importanti, sviluppato gioco con lucidità. Ora dobbiamo mentalmente liberarci dei problemi. Di buono c'è che questa squadra nei momenti di difficoltà mantiene gli equilibri, cerca il pareggio, ha una reazione, purtroppo non ci è girata bene”.

Brescia - “Tornare in campo subito è positivo. Ci aspetta una squadra forte, ma faremo di tutto per riprendere i punti lasciati per strada. Ai ragazzi non ho detto nulla, non parlo mai a caldo. siamo tutti amareggiati. Ora questa rabbia deve trasformarsi in energia positiva”.

Gallo - “Nel finale l'ho inserito al posto di un'altra punta perchè volevo maggiore spinta sulla fascia piuttosto che un altro uomo nell'area. Antonino ha messo dentro qualche cross, ha dato maggiore ampiezza, era quello che gli avevamo chiesto".