News

LA VIGILIA DI D'AVERSA: "per due settimane si è parlato tanto, ci aspettano come una vittima..."

Le parole del tecnico giallorosso alla vigilia di Verona-Lecce

LECCE - Poche ore a questo Verona-Lecce che complici anche i risultati che arrivano dagli altri campi in questa 13° di Serie A alla ripresa dopo la sosta diventa sempre più cruciale sulla strada della salvezza per i giallorossi.

Come sempre alla vigilia ha parlato con i giornalisti il tecnico del Lecce Roberto D'Aversa. Ecco le sue parole, qui in questa ampia sintesi, sotto nella versione video completa.

Annunci a centrocampo - “C'è Oudin che ha lavorato molto bene in questi giorni, poi ho un dubbio su un altro elemento, il resto, ossia due terzi di centrocampo sono fatti. Credo che indipendentemente dal sistema di gioco che adotterà il Verona ci aspetta una partita in cui loro vorranno partire forti davanti alla loro gente. Indipendentemente dalla tattica dunque dovremo essere pronti fisicamente e mentalmente”.

Punti doppi - “Queste sono partite che valgono doppio, dobbiamo arrivare a Verona volenterosi e con personalità”.

Conte a Lecce - “Ho letto quel che ha detto il mister, ha avuto parole d'elogio per tutto il mondo Lecce, l'ho conosciuto in passato e mi ha sempre trasmesso il suo legame con la sua città, come Miccoli. Sono due che mi hanno trasmesso passionalità verso questa città. Stiamo parlando di uno degli allenatori migliori del mondo. C'è molta stima tra noi”.

Berisha in corsa? - “Vi ho detto, c'è un dubbio su 2,3 elementi per un posto a centrocampo. Berisha ha avuto una problematica, dei punti di sutura in nazionale. Comunque ripeto c'è qualcuno che ha lavorato bene questa settimana”.

Nessuna sfida a Baroni - “La partita è importante perché è Verona-Lecce, non è Lecce contro Baroni. E' importante per la classifica e non perché c'è un allenatore dall'altra parte che ha scritto pagine importanti qui. Spero di scriverne anche io”.

Tante parole - “A leggere le loro due settimane ci stanno aspettando come la vittima sacrificale per uscire dai guai, vedremo… Ragioniamo su come abbiamo affrontato Roma e Milan, proviamo a ripeterci nella prestazione, magari riprendendoci i punti persi”.

Piccoli davanti? - “Per quello che sta facendo meriterebbe di giocare dall'inizio, come tanti altri. Ha determinato le ultime due gare e merita una maglia, ma scopriremo solo domani se partirà titolare. Krstovic poi posso valutarlo solo per quel che l'ho visto in questi giorni, in Nazionale lo sappiamo si fanno altri tipi di allenamenti, molto più su schemi e tattica, poco fisici”.

Una certezza - “Giocherà Blin al posto di Ramadani, perché il francese è una garanzia. Non lo abbiamo avuto in questa fase e ci è mancato, è il leader silenzioso di questo Lecce. Può fare tutti i ruoli e quando subentra ribaltiamo le partite o consolidiamo i risultati. E' uno che ci serve”.

Commenti

E' UNA MATTANZA, LO DICONO I NUMERI LECCESI: ogni 2 giorni una donna picchiata o violentata nel Salento. PRESENTATI I DATI
LE FOTO. Il Lecce sui social celebra le donne con i suoi due capitani

Ultime News