Cronaca

E' UNA MATTANZA, LO DICONO I NUMERI LECCESI: ogni 2 giorni una donna picchiata o violentata nel Salento. PRESENTATI I DATI

Ci sono stati 135 casi da "codice rosso" nei primi 300 giorni dell'anno: 18 volte l'accusato è stato addirittura arrestato

LECCE - Dal 1° gennaio al 31 di ottobre sono state 135 le segnalazioni di reati da “codice rosso”, ossia di maltrattamenti in famiglia, violenze, stupri, umiliazioni soprattutto familiari. 135 casi concreti, perché da questi 135 “allert” sono scaturite 109 denunce, dunque praticamente tutte le donne che hanno deciso di dire basta alla violenza in provincia di Lecce hanno poi denunciato i loro aguzzini, compagni, mariti, violentatori. 18 casi su 135 si sono chiusi addirittura con l'arresto dell'uomo.

135 casi in 300 giorni tondi tondi come detto al 31 ottobre, la media di una donna molestata, picchiata o aggredita ogni 2 giorni.

E' il drammatico bilancio della Questura di Lecce, impegnata con i suoi strumenti di tutela anonima e poi di indagine a sostegno delle donne salentine oggetto di violenza.

Il report della Questura di Lecce è stato rilasciato ai giornalisti nella “Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne”, simbolicamente, per far riflettere davvero tutti.

Operatori di Polizia e esperti della Questura di Lecce ieri in occasione della ricorrenza internazionale hanno effettuato un lungo e capillare tour nelle scuole del Salento per sensibilizzare bambini e bambine, studenti grandi e studentesse su questi temi.

Commenti

CAOS, URLA E RESIDENTI IN FUGA. A fuoco una palazzina, tirate giù dal letto intere famiglie. ORA SONO SENZA CASA
La "Passione di Cristo" coinvolge centinaia di spettatori: lo spettacolo ad ALLISTE