News

PRENDIAMO LEZIONI DI CIVILTA' SPORTIVA pure dal Paese senza diritti civili: SOSPESO il campionato turco per violenza a un arbitro

Ecco quanto è accaduto nel folle finale di Ankaragucu-Rizespor

ISTANBUL - La “Super Lig”, la Serie A di Turchia, è sospesa a tempo indeterminato.

Così ha deciso la Federcalcio turca dopo l'inaudito episodio di violenza al termine di Ankaragucu-Rizespor, disputatosi ad Ankara. La partita vedeva in vantaggio i padroni di casa, raggiunti al 7° minuto di recupero dal pareggio dell'ex Verona Gaich.

E' al fischio finale che l'Internazionale Halil Umut Meler viene aggredito dal Presidente dell'Ankaragucu Faruk Koca, sceso dalla Tribuna Centrale per sfogare la sua rabbia incontrollabile con un diretto, un pugno in faccia da boxe, che ha ferito il fischietto turco sotto l'occhio sinistro.

Rannicchiatosi a terra per proteggersi da ulteriori colpi l'arbitro è stato circondato e preso a calci, anche in faccia, nello stile di un vero e proprio pestaggio da strada.

Meler è stato sottratto alla violenza di questi pazzi dementi dai calciatori delle due squadre che l'hanno protetto da ulteriori aggressioni e affidato alle cure dei sanitari in servizio nello stadio che l'hanno trasportato in ospedale.

La decisione della Federcalcio turca è stata immediata e netta: campionato sospeso, il Presidente dell'Ankaragucu è stato arrestato.

Commenti

SINCERITA' STICCHI DAMIANI: "non eravamo nella versione migliore, ma sottotono"
La "Passione di Cristo" coinvolge centinaia di spettatori: lo spettacolo ad ALLISTE