INCREDIBILE: la difesa chiede il rito abbreviato per il killer di Eleonora e Daniele. LIBERO GIA' A 36 ANNI?

Martedì 12 Gennaio 2021 | La Redazione | Cronaca

LECCE - I legali di Antonio De Marco, il 21enne di Casarano che ha ucciso barbaramente Daniele De Santis e Eleonora Manta lo scorso 21 settembre a Lecce, hanno chiesto il processo con rito abbreviato, con il previsto sconto di pena.

Il tentativo sarebbe inammissibile per i reati puniti con la pena massima dell'ergastolo, ma l'istanza degli avvocati mira ad essere valida nel caso in cui la legge sul fine pena mai dovesse cambiare.

A quel punto su una pena massima di 30 anni De Marco avrebbe diritto già a uno "sconto" di partenza di dieci anni in meno di carcere e sui venti rimanenti potrebbe godere di tutti i diritti dei detenuti comuni, dalla buona condotta (sconto di quarantacinque giorni in meno di carcere ogni sei mesi di pena) ai permessi premio familiari o per svolgere lavori previsti da accordi specifici tra le carceri ed alcune realtà.

Con il solo "sconto" di pena della buona condotta De Marco potrebbe ottenere novanta giorni di abbuono all'anno (45 giorni per due semestri), per un totale su vent'anni di condanna di altri cinque anni in meno di carcere.

Sostanzialmente il killer di Casarano potrebbe tornare a piede libero anche a 36 anni di età.