IL "RUGGITO" di CORINI: "mi sono sentito ingabbiato come un leone"

Domenica 3 Gennaio 2021 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Dopo cinque partite saltate per la positività al coronavirus domani Eugenio Corini tornerà sulla panchina del Lecce. Ecco le sue parole alla vigilia di questa sfida con il Monza, impegno probante per le ambizioni dei giallorossi.

Ingabbiato - "E' stato un periodo difficile, soprattutto la prima settimana, una situazione che mi ha condizionato nel lavoro, ma ho avuto e sentito il grandissimo supporto di tutti. Abbiamo fatto lunghissime videoconferenze, ma ora sono contento di tornare con grande energia, quella che sto cercando di trasferire ai ragazzi. E' stato complicatissimo stare lontano dal terreno di gioco e dal campo di allenamento, anche se Lanna ha fatto un gran lavoro. Mi sento come un leone liberato dalla gabbia, ho una grandissima voglia di andare a caccia di punti".

Bilancio - "A parte la partita con il Pisa, dove abbiamo fatto molto male, le altre prestazioni sono state tutte importanti. A Ferrara non dovevamo perdere, con il Cittadella si poteva vincere con un po' di attenzione in più, c'è dunque questa consapevolezza di aver perso dei punti per strada, cerchiamo di riprenderceli a partire da domani. Dobbiamo migliorare il dato dei gol subiti, ci stiamo lavorando tanto per creare compattezza, serve applicazione costante. Ad oggi siamo una buona squadra, se vogliamo diventare una squadra vincente dobbiamo prendere meno reti".

Modulo - "La linea a tre in difesa è una alternativa valida, a Ferrara l'abbiamo proposta dall'inizio, ci può garantire più solidità dietro, ma il modulo di riferimento resta il solito. Torna Dermaku che ha avuto dei problemi fisici, è un ragazzo su cui contiamo molto. Domani giocherà dall'inizio sicuramente".

Monza - "L'obiettivo del Monza è ben chiaro, è quello di vincere il campionato. Hanno stravinto la C, hanno consolidato il valore di quella squadra con stelle di prima grandezza per questa categoria, sono allenati bene, hanno quattro punti più di noi, abbiamo l'occasione per accorciare".

Balotelli - "Mario è un ragazzo di grandissimo talento. Per un periodo l'ho allenato e abbiamo lavorato bene, se trova continuità ha tutto il tempo per esprimere il suo grande talento e divertirsi ancora. Gli auguro il meglio a partire da martedì prossimo...".