News

RAMADANI E' GIA' LECCESE... MEDIO: "pasta al pomodoro, pizze e problemi di parcheggio in centro"

Le parole del centrocampista giallorosso su questo primo scorcio di stagione salentina

LECCE - E' già un leccese medio: pasta al pomodoro, pizze e problemi di parcheggio in centro…

Così Ylber Ramadani si è raccontato in questa settimana che l'ha visto protagonista in positivo del gol vittoria preziosissimo sul Frosinone e con davanti la sfida all'Inter dell'altro albanese della Serie A Asllani. Ecco le sue parole.

Albania verso l'Europeo - “Siamo una bella squadra, con 9 elementi che giocano in A e che dunque fanno calcio ai massimi livelli. Nello spogliatoio si parla italiano. Gioco in un modulo che mi consente di rivestire un ruolo più offensivo, con Asllani e Bajrami in 3 dietro a una punta. Ho due passaporti, mi sento albanese ma anche kosovaro”.

Sfida a centrocampo - “Con Asllani scambieremo le maglie a fine gara, ma prima sarà battaglia. A Milano ce la giochiamo”.

Il dopo-Hjulmand - “Sapevo di arrivare in una squadra dove ero destinato a sostituire un pilastro della rosa precedente. Lui era ed è un calciatore importante che fa benissimo questo ruolo, in estate avevo anche il Verona addosso ma non ho avuto dubbi dopo aver conosciuto alcuni rappresentanti della società del Lecce”.

Legami e città - “Con Berisha ho fatto tanta amicizia, dico ai tifosi di stare tranquillo perché è uno che arriva: è un play che sa fare tutto. Il mio obiettivo? Giocare un giorno in Champions League. In A mi hanno colpito le stelle del Napoli, ma anche il carattere e il carisma di Baschirotto. Lecce è fantastica, abito in centro, si mangia benissimo, vado avanti a pasta con il pomodoro e pizze, il top qui in Italia. L'unico problema di Lecce è il parcheggio…”.

Commenti

UFFICIALE: MARTINEZ E' KO! Il capocannoniere assente con il Lecce dopo 89 partite di fila giocate
La "Passione di Cristo" coinvolge centinaia di spettatori: lo spettacolo ad ALLISTE