"Super Lega Europea". CORVINO SPARA A ZERO: "la vogliono solo squadre piene di debiti"

Lunedì 19 Aprile 2021 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Il Bayer Monaco no, l'unico top club d'Europa “sano” finanziariamente, tutti gli altri sì.

E' una casualità strana, quella che “pesca” con la solita arguzia il DS del Lecce Pantaleo Corvino e che sembrerebbe muovere la nascita della “Super Lega Europea" di calcio, un club ristretto di 15 società del vecchio continente che vogliono giocare da soli in una lega tutta loro.

Ecco cosa ne pensa il DS del Lecce, molto netto nella sua posizione.

“Super Lega Europea”, parla Corvino - “E' una tempesta che arriva in un calcio in crisi e alle prese con la pandemia. Nello sport non dovrebbero esserci distinzioni tra ricchi e poveri, questa idea è una stortura, una discriminazione dei ricchi sui poveri. Il calcio è bello perchè Davide può sempre battere Golia. E comunque tutte le squadre che si sono auto-elette degne di partecipare a questa lega sono piene di debiti. Non vorrei il loro fosse solo un tentativo di risolvere i guai economici di gestioni molto onerose. Dopo la tecnica contabile dell'utilizzo di plusvalenze ora viene fuori questa idea, ma a me puzza. In 150 anni il calcio ha dato soddisfazioni e emozioni figlie della passione. Alterare il calcio è un vero uragano".