STEPINSKI, la punta con il sorriso: "qui subito. Appena ho sentito il Lecce ho capito che ho una grande occasione"

Mercoledì 7 Ottobre 2020 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Si è presentato con il sorriso, Mariusz Stepinski, il nuovo attaccante del Lecce che in Sala Stampa ha mostrato con orgoglio la sua nuova maglia. Ecco le prime parole da giallorosso del polacco.

Subito amore - "Quando il mio agente mi ha detto del Lecce il mio indirizzo alla trattativa è stato per il sì, per fare presto. Appena ho conosciuto il tecnico Corini, conosciuto squadra e dirigenti ho capito subito di aver fatto la scelta giusta. Ora non mi interessano i proclami, non ho mai voluto farne, mi interessa soltanto pensare domenica dopo domenica. So che passa tutto per l'impegno in allenamento e i risultati in campo: sono qui perchè voglio crescere come calciatore e voglio il bene del Lecce".

Caratteristiche - "Mi piace attaccare l'area di rigore e vedendo le qualità tecniche di molti dei nostri giocatroi so che arriveranno tanti palloni, ho il dovere di metterli dentro. E' una rosa importante, la nostra, sicuramente possiamo fare bene e non dipende dal modulo, sceglierà l'allenatore".

Nazionale - "La mia ultima partita fu una amichevole con il Messico quando ero al Chievo Verona. Allora ero il terzo dopo Lewandowski e Milik, poi è esploso ed è venuto fuori Piatek e mi è passato avanti come terza punta. Mi piacerebbe tornarci, so che passa tutto dal fare bene con il Lecce".

Carriera - "So di essere davanti al punto di svolta, sarà fondamentale far vedere le mie caratteristiche qui a Lecce. Di certo è un rischio scendere in B, ma se vuoi ottenere tanto da questo calcio devi prenderti dei rischi. Penso che Lecce attualmente potesse essere la scelta migliore da fare".