"Stai ingrassando, ti faccio a sangue, con un buco in fronte": ma lei era incinta. 2 ANNI DI CARCERE al fidanzato violento

Giovedì 25 Marzo 2021 | Cosimo Carulli | Cronaca

CAMPI SALENTINA - “Stai ingrassando come una porca, mi fai schifo, se ingrassi ancora ti faccio a sangue, ti faccio un buco in fronte”, e giù botte, sino al rischio di farle perdere il bambino.

E già perchè la “colpa” della sua ragazza era solo quella di essere incinta, dunque un po' fuori forma.

Ha ricevuto la riduzione della pena da tre anni di carcere a due e mezzo incassati in primo grado, un 27enne di Campi Salentina che in stato psicofisico alterato per via dell'abuso di stupefacenti maltrattava abitualmente la sua ragazza, minacciandola di morte, picchiandola, nonostante le minacce di aborto registrate durante la gravidanza.

Alla donna, assistita dall'avvocato Cosimo Rampino, è stata riconosciuta una provvisionale di 20mila Euro di risarcimento in attesa della definizione del resto dei danni nel giudizio civile.

Il giovane violento era finito in manette nel dicembre 2019, quando a sollevare il coperchio su questa vicenda di violenze domestiche fu un'inchiesta condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Campi Salentina e dal PM Luigi Mastroniani del pool fasce deboli del Tribunale di Lecce.