HENDERSON e ZUTA, "bonus" europeo. Un sogno impossibile? Devono fare bene a Lecce

Sabato 14 Novembre 2020 | Cosimo Carulli | News

TBILISI - Una rete dell'eterno Pandev al 56' e la lotteria dei rigori spediscono nella storia e all'Europeo 2020 in programma in estate rispettivamente Macedonia del Nord e Scozia (assente da una manifestazione iridata addirittura dai Mondiali di Francia '98).

Per la prima volta i giallorossi macedoni saranno agli Europei dopo l'indipendenza dalla ex Jugoslavia. Una occasione per Leonard Zuta che avrà ancora qualche mese di tempo in Italia per motivarsi a mille e conquistare la fiducia del suo Commissario Tecnico e rientrare in una Nazionale in cui manca dal 2016.

Impresa complicata, come quella che attende Liam Henderson.

22 anni dopo l'ultima volta la Scozia stacca un pass per una fase finale di una competizione importante e lo fa a Belgrado, dopo l'1-1 nei tempi regolamentari in casa della Georgia. Ai rigori cinque su cinque per la "Tartan Army" che così sarà nei gironi di Euro2020.

Difficile che ci sia anche il centrocampista giallorosso che dopo tutte le rappresentative nazionali giovanili scozzesi non ha ancora mai giocato in quella maggiore.

Complicato riuscire ad inserirsi adesso nelle scelte per l'Europeo, ma anche per Henderson c'è una motivazione in più per fare bene a Lecce.