Cronaca

INCUBO INFINITO. Puglia in ZONA ARANCIONE: l'emergenza delle 3 influenze chiude ospedali e residenze anziani al pubblico

Saranno garantiti soltanto accessi contingentati e autorizzati. Tornano le mascherine

18.12.2023 14:02

BARI - Coronavirus, rhinovirus e virus respiratorio sinciziale.

Non è proprio un bel terno quello che apre alla Puglia le porte della zona arancione, facendola ripiombare nelle paure, nelle ansie e nelle restrizioni della pandemia.

La Regione Puglia ha infatti raggiunto il livello di allerta arancio nella scala di valori della emergenza sanitaria riconducibile all'influenza dilagante in queste settimane.

Nell'ultimo periodo oggetto di valutazione degli esperti, quello dal 4 al 10 dicembre, la Puglia ha registrato 884 segnalazioni di contagi, una incidenza di 11 casi ogni mille abitanti, oltre il tasso di 9,35 della settimana precedente.

Con la Puglia in zona “arancione” sono Lombardia, Abruzzo e Marche. I maggiori contagi, in tutte queste regioni Puglia compresa, tra bambini e anziani, dunque agli estremi delle fasce d'età della popolazione.

La Regione Puglia ha accompagnato questo ingresso in zona arancione con una serie di restrizioni per il pubblico che dovrà interfacciarsi in questi giorni con ospedali e residenze per anziani. All'interno varranno le regole dell'era della pandemia, con accessi contingentati e solo autorizzati e obbligo di mascherine.

Commenti

Fughe, rimonte, gol all'ultimo respiro. IN 2° CATEGORIA il derby di POGGIARDO regala spettacolo
La "Passione di Cristo" coinvolge centinaia di spettatori: lo spettacolo ad ALLISTE