News

BARONI: "vi spiego come sta Coda". POSSIBILE STAFFETTA? Le risposte. Torna Gargiulo

La conferenza stampa della vigilia del tecnico giallorosso: l'intervista

29.11.2021 17:10




LECCE - Marco Baroni si aspetta una risposta importante dal suo Lecce nella delicata trasferta in casa della SPAL.

Ecco le parole del tecnico giallorosso alla vigilia di questa durissima trasferta, qui in sintesi, sotto nella versione video integrale.

Dubbio Coda: la situazione - “Coda lo portiamo con noi, domani mattina faremo un test di allenamento. Ha lavorato bene oggi, senza forzare, è più probabile un utilizzo part-time, ma valuteremo insieme. Non escludo niente. Strefezza e Di Mariano stanno bene, sia fisicamente che mentalmente. Tuia ha avuto un nuovo risentimento in questi giorni che ha fatto rallentare il percorso di rientro, ma puntiamo su di lui e lo riavremo a breve”.

L'avversario - “A parte l'arrivo di Rossi affrontiamo una squadra importante. Hanno faticato in avvio di stagione, ma in casa sono sempre molto solidi. ci aspetta una partita dura, lo sappiamo, dovremo ridurre al minimo gli errori e avere il piglio di chi vuole fare punti, di chi vuole giocare: questo deve essere il chiodo fisso del Lecce sempre”.

Settimana intensa - Gargiulo sta bene, potrebbe tornare titolare anche alla luce dei tre impegni nella settimana, come Gendrey che in questa ottica potrebbe far rifiatare Calabresi che con la Ternana non mi è affatto dispiaciuto. Come Barreca che ha avuto un appannamento solo fisico: non giocava con così tanta continuità da anni. Abbiamo molte soluzioni ovunque, ci sono sempre delle alternative su cui lavorare".

Fase importante - “Non faccio mai tabelle, anche se le prossime partite saranno molto importanti perchè arriveranno anche prima di una nuova sessione di mercato, al giro di boa del campionato: dobbiamo affrontarle tutte sapendo che possono permetterci di alzare la nostra asticella. Dobbiamo spingere sull'acceleratore adesso”.

Dettagli - “Venerdì i ragazzi erano molto rammaricati per il risultato. Io sono andato subito in albergo a riguardarla perchè avevo avuto delle buone sensazioni che sono state confermate almeno parzialmente. Abbiamo fatto 24 cross in area, tanti ingressi negli ultimi sedici metri. Non è bastato perchè abbiamo lasciato molto nei dettagli, nelle piccole cose. E siamo stati puniti. E' un fatto che ci può dare ulteriori motivazioni”.



Commenti

I CONVOCATI: la lista, le curiosità, chi resta a casa, il quadro dei diffidati
Qui SPAL: VICARI, è una mazzata. CAPITANO FUORI 3 TURNI, con il Lecce difesa inedita