News

SORPRESA BARONI, annuncia già qualche titolare: "domani tre o quattro novità. ECCOLE"

Le parole in conferenza stampa del tecnico giallorosso: l'intervista e la video-intervista

25.01.2022 15:21




LECCE - Nessuna distrazione, testa bassa sull'obiettivo Vicenza.

Alla vigilia del recupero di campionato parla Marco Baroni, il tecnico del Lecce. Ecco i temi della sua conferenza stampa della vigilia, qui in sintesi, sotto nella versione video integra.e

Novità - “E' molto probabile che Listkowski e Faragò domani possano partire dal 1° minuto. Sono ragazzi che stanno crescendo, domani mattina ci alleniamo ancora, mi prendo qualche ultima ora per decidere. E' una partita complicata, dobbiamo farla partendo forte, mettendoci idee, corsa, voglia, determinazione. Dovremo essere lucidi e freddi”.

Esterni - “Anche sugli esterni ho dei dubbi. Calabresi sta facendo bene, ci sta dando tanto, mentre Gendrey viene da due gare ravvicinate. Abbiamo bisogno di corsa, molta corsa, è possibile che ci sia una alternanza tra i due a gara in corso. Voglio gente accesa, che non pensi alla classifica, ma alla prestazione”.

Avversario - “Sono cambiati tanto in pochi giorni, hanno un organico davvero importante. Questo campionato ci insegna che se non parti col piede giusto tutto si complica. C'è una proprietà che sta facendo sforzi enormi per salvare la categoria, dobbiamo guardare con assoluto rispetto alla loro formazione. E sono convinto che non sbaglieremo, che non cadremo nel tranello di prendere la gara sotto gamba”.

Mercato - “Faccio l'allenatore, mi concentro sui ragazzi che ho. Ho in testa solo la partita di domani”.

Coda - “Con la Cremonese è stato nella morsa di Okoli e Ravanelli, nonostante tutto si è mosso bene, ha tenuto anche quasi tutta la partita dal punto di vista del minutaggio, mi è piaciuto. E' la nostra punta di riferimento, lo aspettiamo. Magari molti non se ne accorgono ma una squadra funziona anche in virtù dei movimenti per il collettivo che fanno alcuni elementi”.

Centrocampo - “In questa gara ci potrà servire anche uno come Bjorkengren, mentre Blin sta continuando a crescere ma Hjulmand ha fatto molto bene con la Cremonese. Sono quelle situazioni che a un allenatore piace vivere, devo essere bravo io a gestirli bene, quando servono”.

Occhi addosso - “Non pensiamo alla classifica, ma al nostro avversario. Domani giochiamo da soli, avremo gli occhi della B addosso, ma deve essere un motivo questo per non sbagliare partita, non per subire questa pressione negativamente. I ragazzi lo sanno, ma anche se non lo sapessero sarei io a non permettere un abbassamento della tensione in questo senso”.



Commenti

"Sono COSTRETTO a fare il vaccino per lavorare": MUORE stroncato da un infarto a 54 anni. La magistratura dice sì all'autopsia
I CONVOCATI: i 23 di Baroni, 6 gli assenti. La situazione dopo la rifinitura